Inter > Pagelle - I voti degli esperti > Chievo-Inter 2-1, le pagelle: niente addio col botto per Milito, male Carrizo

Chievo-Inter 2-1, le pagelle: niente addio col botto per Milito, male Carrizo

Diego Milito

Diego Milito

CHIEVO-INTER PAGELLE / VERONA – L’Inter rovina la festa d’addio dei senatori facendosi sconfiggere per 2-1 dal Chievo. Dopo un primo tempo da amichevole, da cui i nerazzurri escono comunque in una situazione di vantaggio grazie al gol di Andreolli, peraltro ex della gara; il clima si accende gradualmente e nel finale i gialloblu ribaltano il risultato con due gol di Obinna.

INTER

Carrizo 4,5 Chiamato in causa in pochissime occasioni, non esegue una sola parata ma viene salvato per due volte dai legni. Male in sui due gol di Obinna, le cui conclusioni – specialmente la seconda – sembravano del tutto alla sua portata.
Zanetti 6 Saluta il calcio giocato a un momento della stagione in cui il campo non ha nulla da dire: ne risulta un match decisamente noioso, in cui il capitano – privato persino della possibilità di concedersi qualche sgroppata sulla fascia- si limita a compiti di normale amministrazione.
Campagnaro 5,5 Qualche imprecisione di troppo e uno svarione pesante in occasione della traversa di Paloschi, lasciato totalmente libero di colpire di testa. Viene messo ko dall’ennesimo problema muscolare.
> dal 46′ Ranocchia 5,5 Paradossalmente la difesa appare più solida dopo il suo ingresso, eppure deve arrendersi di fronte ai due gol di Obinna nel finale. Sul primo, in particolare, l’umbro ha diverse responsabilità in quanto saltato nettamente dal nigeriano.
Andreolli 6 Prestazione sufficiente, impreziosita dal gol con cui porta in vantaggio l’Inter poco prima dell’intervallo. Una rete pesante, la prima per lui con la maglia nerazzurro, proprio contro la sua ex squadra.
D’Ambrosio 6 Costruisce la prima occasione nerazzurra con una buona serpentina in area: è anche l’unica cosa positiva vista. Per il resto, commette troppi errori quando prova a crossare, specialmente quando lo fa con il sinistro.
Kovacic 6,5 Inizialmente non sembra particolarmente in serata, poi migliora e dimostra la propria qualità con qualche accelerazione ed altre giocate importanti. Nel complesso, comunque, si adegua al ritmo blando di una gara in cui nessuna delle due squadre ha più qualcosa da chiedere.
> dall’83’ Guarin sv
Cambiasso 6,5 All’ultima recita con la maglia nerazzurra, l’argentino si comporta bene mostrando anche la sua grande duttilità: Mazzarri lo schiera difensore centrale e lui lo ripaga con una prestazione abbastanza soddisfacente. Sarà davvero difficile sostituirlo.
Taider 5,5 Qualche scivolone,  un paio di conclusioni – una abbastanza insidiosa, l’altra decisamente sbilenca – e tanta corsa. Nonostante l’impegno non è certamente uno tra i più positivi, in più cala alla distanza concedendo molti spazi ai clivensi. Difficile immaginarlo come sostituto di Cambiasso.
Alvarez 5,5 Il clima da amichevole non incoraggia l’agonismo e la voglia di vincere ad ogni costo, lui si presenta in campo in modo piuttosto lento e svogliato. Recupera qualche buon pallone e dà spesso il via all’azione, ma negli ultimi venti metri è un fantasma.
Botta 6 Giusto concedergli una chance, lui non la sfrutta pienamente risentendo anche della mancanza di mordente da parte della squadra. Un po’ troppo fumoso ed impreciso, mostra tanta voglia di fare anche se costruisce pochissime occasioni concrete.
> dall’85’ Bonazzoli sv
Milito 6 Tutti noi avremmo voluto vederlo protagonista per un’ultima volta, e magari anche decisivo ai fini del risultato. Non è andata così: il ‘Principe’, in piena linea con quanto fatto in questastagione, vive una serata da comprimario, quasi sempre lontano dall’azione. I suoi compagni non lo aiutano, il clima “estivo” che si respira in campo lo penalizza ulteriormente.

Mazzarri 5,5 Manda in campo i giocatori che in questa stagione avevano avuto meno occasioni per mettersi in mostra. Difficile giudicare la squadra in una prestazione come questa.

CHIEVO

Squizzi 6 Difficile fare di più in occasione del gol di Andreolli, bene per il resto.
Frey 6 Poche occasioni per mettersi in mostra. L’ammonizione lo ammansisce ulteriormente.
Bernardini 6,5 Molto positivo, rovina la festa a Milito impedendogli letteralmente di vedere la porta.
Dainelli 6 Fa valere la sua esperienza contro lo svogliato trio nerazzurro, seppur soffrendo la rapidità di Kovacic.
> dal 72′ Obinna 7 Entra nel finale e risolve la partita con due gol, aiutato anche da Carrizo.
Dramé 6 Qualche buona accelerazione sulla fascia sinistra, ma nulla più.
Rubin 6 Positivo nella prima frazione, si fa vedere con meno insistenza nella seconda.
Radovanovic 5,5 Stanco e, probabilmente,  in una condizione fisica ancora non positiva.
> dal 62′ Kupisz 5 Non trova mai modo di mettersi in evidenza.
Bentivoglio 5 Risente del clima da amichevole estiva e viene fuori solo alla distanza.
Lazarevic Sfortunatissimo in occasione del palo colpito al 30′, è uno dei più positivi tra i clivensi.
Hetemaj 6 Sufficiente, si limita alla normale amministrazione senza mai strafare.
Paloschi 6 Colpisce la traversa in avvio, poi i nerazzurri gli prendono le misure.

Corini 7 Come per Mazzarri, difficile giudicare una gara così. Dal punto di vista tecnico, però, merita un voto alto per la mossa – ragionata o fortunosa che sia – che spacca la partita: l’ingresso di Obinna, autentico mattatore del match.

Arbitro Manganiello e assistenti 5,5 Nella prima mezz’ora non estrae un solo cartellino giallo nonostante avesse diverse occasioni per farlo. Un arbitraggio da calcio “estivo”, in cui spicca il mancato giallo a Dramé per trattenute reiterate. La gestione dei falli non è impeccabile, ma certi errori si possono perdonare ad un arbitro che vede la Serie A per la prima volta.

Alessandro Caltabiano