L’Inter e la sosta delle Nazionali: c’è poco da sorridere per Mazzarri

0
38
La formazione dell’Inter – Getty Images


INTER SOSTA NAZIONALI RISULTATI
/ MILANO – Le soste dovute alle Nazionali sono certamente una delle peggiori insidie per gli allenatori. Il più delle volte sopraggiungono al momento sbagliato, privando la squadra dei suoi migliori elementi: li distraggono dagli affari del proprio club, spezzettano il loro rendimento, li costringono a lunghe ed estenuanti trasferte intercontinentali. Ne sanno qualcosa i tecnici del recente passato dell’Inter. Allo stesso tempo, però, uno stop di questo tipo può anche facilitare il recupero da un infortunio… Domani, l’Inter tornerà in campo per affrontare il Torino. In attesa di scoprire come Walter Mazzarri deciderà di sopperire agli acciacchi di Palacio e Campagnaro (per giunta arrivati in ritardo insieme ad Icardi), ecco un breve bilancio dei risultati ottenuti dall’Inter al ritorno dalle soste, dai tempi di Mourinho fino ad oggi.

STAGIONE 2010-2011 – L’11 settembre, alla seconda giornata di campionato, l’Inter si impose per 2-1 sull’Udinese. Al di là del risultato positivo i nerazzurri non brillarono: il gol vittoria arrivò solamente grazie ad un rigore realizzato da Eto’o nella ripresa. Non andò diversamente a Cagliari, alla sosta di ottobre: l’Inter, rimaneggiata, subì le offensive dei sardi per gran parte della gara prima che una prodezza del camerunense punisse i rossoblu. A novembre, un’Inter in piena emergenza fu battuta 2-1 dal Chievo. Il caso più determinante è però quello che nel marzo 2011 vide l’Inter perdere il derby contro il Milan 3-0, nel match che avrebbe potuto sancire il sorpasso degli uomini di Leonardo sui cugini rossoneri.

STAGIONE 2011-2012 – Tra settembre e ottobre, i nerazzurri collezionarono una doppia sconfitta siciliana: dapprima persero 4-3 a Palermo, e poi 2-1 a Catania. Il 19 novembre, dopo la terza sosta stagionale, un’Inter lenta e senza idee si impose sul Cagliari per 2-1: fu Thiago Motta – in sospetto fuorigioco – a siglare il gol della vittoria sui sardi.

STAGIONE 2012-2013 – Il 9 settembre, alla terza giornata di campionato, l’Inter di Andrea Stramaccioni sconfisse il Torino in trasferta per 2-0. Un mese dopo, i nerazzurri incrociarono il Catania a ‘San Siro’: anche in questo caso riuscirono ad ottenere la vittoria 2-0. Il 30 marzo 2013, però, gli uomini di Stramaccioni persero in casa il ‘Derby d’Italia’ contro la Juventus: il match finì 1-2 per i bianconeri, nonostante l’Inter non avesse demeritato. I nerazzurri, giunti alla sfida in condizioni accettabili, pagarono lo scarso cinismo.

STAGIONE 2013-2014 – In questo avvio di stagione, l’unico match giocato finora al ritorno dagli impegni con le Nazionali è avvenuto a ‘San Siro’ contro la Juventus, in un remake di quello già visto a marzo. Dopo aver giocato un’ottima gara ed essere passata in vantaggio nella ripresa, l’Inter ha dovuto accontentarsi del pareggio per 1-1 dopo il gol di Vidal.

BILANCIO – Dall’addio di Mourinho fino ad oggi, l’1-1 tra Inter e Juventus è anche l’unico pareggio ottenuto dai nerazzurri in una partita al ritorno dalla sosta dovuta agli impegni con le Nazionali. Per il resto, in dieci gare di campionato, il bilancio complessivo dei risultati ottenuti dall’Inter è in perfetta parità: cinque vittorie e cinque sconfitte. Va però evidenziato come, in alcuni casi, le disfatte nerazzurre siano arrivate contro squadre di media fascia come Chievo e Palermo. Le vittorie, invece, sono spesso arrivate nonostante prestazioni appena sufficienti e questo sembra evidenziare una leggera difficoltà nel recupero. Una gatta da pelare in più per Mazzarri, che domani non troverà alcun supporto nella cabala.

Alessandro Caltabiano