Inter, #askRanocchia: “Ho l’età giusta per fare il capitano. Su Kovacic e il rinnovo…”

0
75
Andrea Ranocchia
Andrea Ranocchia

INTER RANOCCHIA / MILANO – Alle 12.30 Andrea Ranocchia, difensore e capitano dell’Inter, ha risposto su Twitter ufficiale della società – direttamente dagli studi di ‘Inter Channel’ – alle domande dei tifosi nerazzurri.

#askRANOCCHIA

Il giocatore più forte contro il quale hai giocato?
“Cristiano Ronaldo”

Avete un grido di battaglia prima della partita?
“No, però ognuno di noi, a turno, parla prima di ogni gara”.

Quando hai capito che avresti voluto fare il calciatore?
“Fin da piccolo, però mi è venuto naturale”.

Hai ancora la passione per la pesca?
“Sì, è una passione di famiglia. Mi piace ma vado poche volte a pescare”.

Piatto preferito?
“Mangio di tutto, però dico la carbonara e la carne”.

L’emozione provata quando hai saputo che saresti diventato il nuovo capitano dell’Inter?
“E’ stato un momento bellissimo, ma anche una grande responsabilità. Però ho l’età giusta…”

Ti piacerebbe chiudere la carriera nell’Inter?
“Certo, a breve ufficializzerò il nuovo contratto per restare a lungo in nerazzurro”.

Cosa ne pensi di Kovacic?
“Un talento straordinario, ma è giovane: deve farsi le ossa, quindi far bene ma anche far male per crescere”.

Già da piccolo facevi il difensore?
“No, da piccolo facevo l’attaccante. Poi un anno ho giocato in difesa perché mancava un difensore centrale…. Poi non hanno più cercato”.

Pensi sia difficile succedere come capitano a Javier Zanetti?
“Il paragone tra me e lui non regge. Lui è stato un grande campione. Non sarà facile, ma davanti a me ho molti anni di carriera”.

Con chi della squadra ridi di più?
“Un po’ con tutti, forse maggiormente con Andreolli, il mio compagno di stanza quando siamo in ritiro”.

Dove ti piacerebbe vivere?
“A New York, dove vado spesso in vacanza”.

Tre aggettivi per descrivere la tua esperienza all’Inter.
“Emozionante, emozionante, emozionante”.

Miglior portiere al mondo?
“Escluso Handanovic, dico Neuer”.

Miglior difensore al mondo?
“Hummels”.

Un parere su Nagatomo.
“Un bravo ragazzo, simpatico. Si impegna sempre, lavora tanto, è un buon giocatore”.

Per la sfida col Napoli c’è una pressione maggiore?
“Bisogna che aumenti la carica. Una partita così si prepara da sola, e credo che la squadra abbia lavorato bene in questi giorni”.

Un parere su quel che è successo nella partita Serbia-Albania.
“Brutto episodio, però la Fifa avrebbe potuto fare qualcosa per evitarlo”.

Colore preferito?
“Blu, o l’azzurro”.

Miglior prestazione con la maglia dell’Inter?
“A Firenze, il primo anno che sono arrivato. Vincemmo 2-1, segnarono Eto’o e Pazzini. Io giocavo accanto a Lucio”.

Cosa ne pensi di Federico Bonazzoli?
“E’ un grande talento, ha già fisico e movimenti da attaccante. Ha solo 17 anni, ma può arrivare in alto. Però non deve smettere di impegnarsi”.

E di Medel?
“E’ sempre sul pezzo, non molla mai. Sarà un giocatore importante per l’Inter”.

Cosa ti ha impressionato di Vidic?
“Ha grande tranquillità nelle cose, ha personalità e ha fatto una carriera importante”.

Gli attaccanti più veloci che hai affrontato?
“Ce ne sono molti: dico Gervinho perché è l’avversario più recente”.

Il compagno di squadra più pazzo-divertente che hai avuto?
“Senz’altro Materazzi. Ma anche Eto’o non scherzava, soprattutto quando era in coppia con ‘Matrix'”.

In chiusura Ranocchia chiama a raccolta i tifosi: “Domenica venite allo stadio, abbiamo bisogno di voi”.