Moratti: “Mancini un trascinatore. Bravo Podolski, Thohir ha dimostrato che…”

0
18
Massimo Moratti con la moglie Milly
Massimo Moratti con la moglie Milly

INTER MORATTI / MILANO – “Bella partita. Si è sentito anche l’effetto dato dai nuovi arrivati. Il cui peso non sarà soltanto psicologico, visto che Podolski lo abbiamo già visto all’opera due volte, dimostrandosi un giocatore intelligente ed esperto, mentre Shaqiri ha dimostrato anche nell’ultimo Mondiale quello che è in grado di fare. Sono proprio curioso di vederlo all’opera in nerazzurro”. Lo ha detto Moratti a ‘La Gazzetta dello Sport’ dopo la convincente vittoria sul Genoa: “Mancini sa trascinare il pubblico e ha cambiato mentalità alla squadra. Il fatto che abbia in mano tutto l’ambiente lo dimostra la simpatia con cui ha reagito a quella pallonata involontaria di Andreolli. Rialzandosi e mimando il gesto della sostituzione ha dato l’idea di come lui e la squadra siano in piena sintonia. Allo stadio si respirava proprio un’aria nuova”. Mancini decisivo anche sul mercato? “Ai miei tempi era molto insistente… Ora penso che la situazione sia un po’ diversa. Anche perché credo che al momento di tornare a Milano abbia fatto chiaro alla dirigenza che per puntare in alto bisognava rinforzare la rosa – evidenzia l’ex patron nonché azionista di minoranza, che poi mette in risalto la figura di Thohir -. Come un anno fa con Hernanes, ha dimostrato che se serve fare un sacrificio per l’Inter lui non si tira indietro. Terzo posto? Dobbiamo crederci tutti”.

RA