Lazio-Inter 1-2: doppio Hernanes, l’Europa League resta nel mirino

0
77
Hernanes in Lazio-Inter 1-2
Hernanes in Lazio-Inter 1-2

LAZIO-INTER 1-2 / ROMA – L’Inter batte 2-1 la Lazio all’Olimpico dopo cinque stagioni. Protagonista Hernanes, autore di una doppietta contro la sua ex squadra, rimasta addirittura in nove uomini nell’ultima mezz’ora della partita. L’ultimo posto per l’Europa League torna a due punti, sabato il derby d’Italia con la Juventus.

LA PARTITALazio in vantaggio dopo appena otto minuti: Vidic sbaglia un rinvio, Felipe Anderson vince un rimpallo poi penetra in area e serve Candreva che col destro supera Handanovic per l’1-0. Partita giocata a buoni ritmi, i biancocelesti chiudono gli spazi per ripartire in contropiede, giocando però con una difesa troppo alta che permette all’Inter di sfruttare gli inserimenti dei suoi centrocampisti o degli attaccanti: su uno di questi Mauricio atterra Palacio lanciato a rete; difensore espulso e punizione dal limite che trasforma Hernanes (al 25′): conclusione forte e precisa del brasiliano, fischiato dai suoi ex tifosi, sul palo di Marchetti, che ha la visuale un po’ coperta da Medel, in posizione di fuorigioco.

Vista l’inferiorità numerica, Pioli toglie Mauri per inserire Braafheid; così Radu va al centro della difesa. I padroni di casa passano al 4-4-1 chiudendo ancor più i varchi ai nerazzurri, che poi palesano per l’ennesima volta grandi limiti nella costruzione e incisività della manovra (e di natura caratteriale) al cospetto di un avversario tutto raccolto nella propria metà campo. Scontata mossa di Mancini, il cambio di modulo: 4-2-3-1 con Podolski dentro e Guarin out. La (coraggiosa e incosciente) Lazio continua a difendere molto alta, lasciando buchi centrali dove è bravo a inserirsi Icardi, che al 62′ viene buttato a terra da Marchetti: rosso per il portiere laziale e rigore, che però lo stesso argentino si fa respingere dall’appena entrato Berisha. L’Inter rimane in forcing con due uomini in più, anche se con poche idee, e alla fine trova il gol vittoria con il solito Hernanes (che salterà la Juve per squalifica), bravo una volta lanciato in profondità a spiazzare l’uno avversario sigillando l’1-2 finale che la riporta a -2 dal sesto posto.

LAZIO-INTER 1-2
8′ Candreva, 25′ e 39′ Hernanes

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti (62′ Berisha); Basta, Ciani, Mauricio, Radu; Parolo, Biglia; Candreva (75′ Keita), Mauri (27′ Braafheid), Felipe Anderson; Klose. A disp.: Strakosha, Braafheid, Djordjevic, Pereirinha, Gentiletti, Onazi, Ledesma, Cataldi, Perea, Cavanda. All. Pioli

INTER (4-3-1-2): Handanovic; D’Ambrosio (67′ Nagatomo), Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Guarin (45′ Podolski), Medel, Kovacic; Hernanes; Palacio (90′ Brozovic), Icardi. A disp.: Carrizo, Andreolli, Santon, Felipe, Gnoukouri, Puscas, Shaqiri, Dimarco, Bonazzoli. All. Mancini

ARBITRO: Massa di Imperia
NOTE – Ammoniti: 12′ D’Ambrosio, 66′ Hernanes, 91′ Nagatomo (I); 24′ Mauri, 25′ Marchetti, 70′ Biglia (L). Espulsi: 24′ Mauricio, 60′ Marchetti (L) – 63′ Berisha para rigore a Icardi

Raffaele Amato