Serie A, Sassuolo-Inter 3-1: campionato chiuso con 11 sconfitte

0
64
Serie A, Sassuolo-Inter 3-1 ©Getty Images
Serie A, Sassuolo-Inter 3-1 ©Getty Images

SERIE A SASSUOLO-INTER 3-1 / REGGIO EMILIA – Finisce con una sconfitta (l’undicesima) la stagione dell’Inter, già certa del quarto posto. Al ‘Mapei Stadium’ il Sassuolo s’impone con un netto 3-1 che, se il Milan – stasera battuto dalla Roma – non dovesse vincere la Coppa Italia, permetterebbe alla squadra di Eusebio Di Francesco di conquistare una storica qualificazione ai playoff di Europa League. All’ultima di campionato Mancini si riaffida in partenza al 4-3-3: assenti tra infortuni e squalifiche cinque titolari più Ljajic, dentro qualche seconda linea e in panchina sette Primavera oltre ai giovanissimi Gnoukouri e Manaj fin dall’inizio aggregati alla prima squadra. In attacco il tridente Jovetic-Eder-Palacio. Di Francesco mette Gazzola al posto di Vrsaljko, che ha dato forfait prima della partita, e Politano dello squalificato Berardi, su rigore autore all’andata del gol vittoria.

Sassuolo in discesa

Ed è proprio l’esterno, a segno già la scorsa settimana contro il Frosinone, a portare subito in vantaggio i neroverdi con un tiro dai venti metri deviato però in modo decisivo da Murillo. Il colombiano protagonista in negativo anche nell’azione che porta al raddoppio di Pellegrini: salta a vuoto su Defrel (che non commette fallo), la difesa resta così scoperta, Sansone serve Duncan che indirzza per il classe ’96 che a porta vuota sigla il 2-0. L’Inter sbaglia tanto un po’ ovunque, davanti manca di qualità nell’ultimo tiro o passaggio (si rende davvero pericolosa solo con Eder), al 30′ però Brozovic ruba palla a Magnanelli, Palacio raccoglie e accorcia le distanze. Ma il Sassuolo riparte con forza e al 38′, ancora con Politano, fa 3-1: mediana leggera, retroguardia passiva, cross di Gazzola perfetto per il numero 16 che anticipa facile Telles battendo di testa Carrizo. Appena inizia la ripresa i nerazzurri tornano in corsa grazie alla marcatura di D’Ambrosio, ma Gervasoni, in ritardo, annulla per un fuorigioco che assolutamente non c’è. Al 58′ l’Inter resta in dieci – per la dodicesima volta in stagione – a causa dell’espulsione di Murillo (la terza quest’anno) colpevole dopo un fallo di aver applaudito platealmente e più volte l’arbitro. Entrano Nagatomo per un Kondogbia a fasi alterne, poi i giovani Radu e Della Giovanna (per Palacio). Il risultato ovviamente non cambia. Ora per l’Inter, soprattutto per Thohir e Mancini, è arrivato il momento delle scelte importanti.

SASSUOLO-INTER 3-1
5′ e 38′ Politano, 25′ Pellegrini, 30′ Palacio

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Pellegrini (73′ Missiroli), Magnanelli, Duncan; Politano (79′ Biondini), Defrel (50′ Falcinelli), Sansone. A disp.: Pegolo, Pomini, Antei, Longhi, Trotta. All. Di Francesco

INTER (4-3-3): Carrizo (62′ Radu); D’Ambrosio, Murillo, Juan Jesus, Telles; Brozovic, Felipe Melo, Kondogbia (69′ Nagatomo); Eder, Jovetic, Palacio (80′ Della Giovanna). A disp.: Santon, Della Giovanna, Gyamfi, Miangue, Gnoukouri, Bonetto, Biabiany, Baldini, Manaj, Correia. All. Mancini

ARBITRO: Gervasoni di Mantova

NOTE – Ammoniti: 21′ Telles, 30′ Magnanelli, 54′ Brozovic, 66′ Juan Jesus e Duncan, 84′ Cannavaro. Espulsioni: 58′ Murillo

Raffaele Amato