Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Genoa-Inter, Andreolli: “Io darò tutto spero anche gli altri”

Genoa-Inter, Andreolli: “Io darò tutto spero anche gli altri”

Andreolli in azione (Getty Images)

GENOA-INTER ANDREOLLI DICHIARAZIONI/GENOVA-Dopo Gary Medel, è la volta del suo compagno di reparto Marco Andreolli, di presentarsi ai microfoni di Inter Channel per spiegare la sconfitta per 1-0 dell’Inter contro il Genoa. Il difensore è un fiume in piena e dice: “Sapevamo che avremmo trovato una squadra che ci avrebbe lasciato pochi spazi, chiusa. Forse è mancata rapidità nel giro palla e nel trovare soluzioni davanti. Potevamo fare meglio, poi qualche occasione l’abbiamo avuta in entrambi i tempi. Ma se non fai gol… Il momento è così, dispiace perché penso che la squadra abbia messo sul campo tutto ciò che poteva. Certo, bisogna fare meglio, il risultato positivo era troppo importante. Prima di parlare di rispetto per la maglia e per i tifosi ognuno deve avere rispetto per il giocatore che è, per il professionista che è. Non so se stia mancando questo, non credo. Dobbiamo concludere al massimo questa stagione, dare tutto nelle ultime tre partite, perché oltre alla maglia e ai tifosi ognuno deve rispettare se stesso e il proprio compagno. Questo è fondamentale”. Gli domandano, cosa serve per rivedere un’Inter ai massimi livelli e lui dichiara: “Domanda difficile, ogni anno si è cambiato tanto, non saprei rispondere. Se sapessi, sarebbe facile dirlo e cambiare rotta. Ora serve solo stare compatti, dimostrare che giocatori siamo e farlo insieme. Solo uniti si può uscire da questa situazione. La compattezza del gruppo è fondamentale per raggiungere grandi traguardi e costruire qualcosa di importante. Per 4 mesi il gruppo è stato unito, ma al primo momento di difficoltà le cose sono cambiate. Abbiamo dimostrato di poterci riuscire, bisogna tornare come a quel periodo. La mia condizione è quella che è non giocando da tanto tempo, però io in primis devo stringere i denti e darò tutto ciò che posso dare a me stesso, ai miei compagni, a questa maglia e al mister. Spero che ognuno possa farlo”.

 

Luigi De-Stefani