Inter, Georgatos: ”Lo striscione di San Siro, Vieri e il gol alla Ronaldo: quanti ricordi”

0
495
Grigoris Georgatos

INTER, GEORGATOS / MILANO – Intervistato da ‘La Gazzetta dello Sport’, l’ex terzino greco Georgatos ha parlato della sua esperienza nerazzurra: “Avrei dovuto avere allora la testa di oggi: non me ne sarei andato dall’Inter così presto. Vieri ha detto di aver conosciuto pochi che facevano piovere cross come me? Ma oggi l’Inter ha Nagatomo che sta facendo bene: è un grande esperto della Serie A, questo conta. Inoltre Spalletti è un allenatore che dà un’idea di calcio precisa alle sue squadre: guardi l’Inter e dici “Ognuno sa cosa deve fare”. Poi i risultati aiutano: ti danno sicurezza e avvicinano la tua gente”.

Inter, Georgatos: ”Lo striscione di San Siro, Vieri e il gol alla Ronaldo: quanti ricordi”

“Che bei ricordi il Torino e ”San Siro”: quando mi scrissero quello striscione “Grigoris, Milano ti ama” non ci volevo credere, ogni tanto riguardo ancora le foto. Stavo davvero bene quando mi allenavo alla Pinetina e quando giocavo. Ricordo ancora quando mi scambiarono per Ronaldo nell’amichevole a Zurigo contro il Grasshopper: segno dopo aver dribblato tre avversari e lo speaker, confondendo le pelate, urla “Gol di Ronaldoooo”. Ronnie dopo la partita mi disse: “Quel gol era talmente bello che hanno pensato l’avessi fatto io”. Quell’anno quando si fece male cambiò tutto. Ci sentivamo forti da poter vincere lo scudetto, è stato davvero un peccato. Se quest’Inter se la può giocare? Se lo gioca con il Napoli e la Juve. A loro vantaggio c’è la possibilità di potersi concentrare su una sola partita alla settimana, questo agevola la concentrazione e dunque la continuità. Meglio Vieri o Icardi? Attaccanti diversi ma identici in una cosa: il gol sempre in testa. E io mi divertivo a metterli a Bobo sulla testa” ha concluso.

S.M. – www.interlive.it