Biraghi, buona la prima nove anni dopo: “Grande emozione. Lo scudetto…”

0
115

Le ultime news Inter si focalizzano sul nuovo debutto di Biraghi con la maglia nerazzurra nove anni dopo la sua prima apparizione

biraghi inter lazio
Cristiano Biraghi al centro della foto (Getty Images)

La partita contro la Lazio resterà sicuramente ben impressa nella mente di Cristiano Biraghi. Ieri il laterale mancino è tornato a giocare per la squadra nerazzurra, di cui è tifoso fin da bambino, circa nove anni dopo le prime due apparizioni. L’esordio con l’Inter avvenne infatti nell’ormai lontano 24 novembre 2010, nella sfida di Champions contro il Twente. Giocò appena un minuto, con Rafa Benitez che poi lo ripropose – ma dall’inizio – sempre in campo europeo nell’ultima sfida del girone contro il Werder Brema. Eto’o e compagni erano già qualificati agli ottavi e così i tedeschi passeggiarono conquistando un netto 3-0. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

Inter, Biraghi: “Un orgoglio tornare a giocare al ‘Meazza’. Dimostrato carattere”

A fine stagione passò poi in prestito alla Juve Stabia, fecero seguito le esperienze tutt’altro che brillanti al Cittadella, al Catania, al Chievo e infine al Granada prima della cessione a titolo definitivo al Pescara. Il resto è storia recente, con la sua affermazione alla Fiorentina e nella Nazionale targata Mancini valse il ritorno all’Inter con la formula del prestito più diritto di riscatto a 12 milioni che il club di Suning sicuramente eserciterà. “E’ stata una grande emozione tornare a giocare al ‘Meazza’ con la maglia dell’Inter – ha detto al canale tematico interista il 27enne di Cernusco sul Naviglio, autore di una buonissima prestazione e dell’assist per il gol da tre punti di D’Ambrosio – Questo è lo stadio dove venivo a fare il raccattapalle da bambino, dove venivo a tifare l’Inter da bambino. Per me è un orgoglio tornare qui. Sono molto contento per la vittoria della squadra: questo è l’importante, la soddisfazione individuale viene sicuramente dopo. Abbiamo dimostrato carattere. Scudetto? Pensiamo partita dopo partita – ha risposto in conclusione a ‘sportmediaset’ – vedremo poi dove riusciremo ad arrivare”.