Inter-Benevento, Conte: “Dzeko? Non ho chiesto nessuno, Sanchez è un nostro giocatore”

0
402

Inter: le parole di Antonio Conte alla vigilia del match dei nerazzurri contro il Benevento valido per la 20° giornata di Serie A

Inter
Antonio Conte (Getty Images)

Conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Inter-Benevento, match della 20° giornata di Serie A che avrà luogo domani a ‘San Siro’ alle ore 20.45. I nerazzurri vogliono tornare a vincere in campionato dopo il pareggio a reti inviolate contro l’Udinese. Per tutte le altre news CLICCA QUI. Ecco le sue parole:

Dzeko? Io non ho chiesto niente. Ho sempre detto che questa è una squadra forte che può arrivare fino alla fine. Quest’anno ho influito poco su tutte le situazioni. Non parlo di lui, ho grande rispetto per la Roma e soprattutto per i miei giocatori. Se poi qualcuno vuole andare via, è un altro discorso. Inutile creare situazioni di instabilità nella squadra. Affrontiamo tutto a testa alta, non trovo giusto che si creino questo tipo di distrazioni. Poco cinici? Dobbiamo lavorare sulle occasioni e qualità dell’ultimo passaggio. Noi dobbiamo essere più cattivi, possiamo e dobbiamo migliorare. Calendario? Chiedete alla società, non so perché non dovremmo spostare la partita con la Fiorentina a sabato“.

“Far entrare Eriksen solo per le punizioni? No, c’è anche il calcio giocato, non si può pensare cose del genere. Sanchez è un giocatore dell’Inter, deve stare solo concentrato al di là delle voci. Ricorso squalifica? Sono stato io a dire alla società di non fare ricorso. I ragazzi sanno giocare anche senza di me, lo staff mi sostituirà alla grande. Vecino? Abbiamo deciso di farlo giocare con la primavera per fargli mettere minuti nelle gambe. Anche Sensi sta lavorando per recuperare. Lukaku-Ibra? Non mi interessa, faccio l’allenatore e basta. Più forti nei big match? Il nostro lavoro è sempre lo stesso. Quest’anno tutte le partite sono difficili”.