ESCLUSIVO agente Castaneda: “Sognava di giocare contro l’Inter. Il suo futuro…”

0
806

Interlive.it ha intervistato in esclusiva Maurizio Preziosi, agente di Frank Castaneda capitano dello Sheriff avversario dei nerazzurri in Champions League

Frank Castaneda (foto Instagram)

“E’ una squadra sottovalutata da tutti”. Intervistato in esclusiva da Interlive.it, l’agente e intermediario Maurizio Preziosi mette in guardia l’Inter, ma anche Real Madrid e Shakhtar che nella fase a gironi di Champions dovranno vedersela con il sorprendente Sheriff Tiraspol. “Veniva dato per spacciato, invece ai playoff è riuscito a buttare fuori la Stella Rossa di Stankovic e poi, in manieta netta, la Dinamo Zagabria (battuto 3-0 in casa all’andata, ndr) – ha aggiunto Preziosi – La squadra, che fa parte della Transistria (Stato non riconosciuto dai Paesi membri dell’Onu, ndr), è multi-etnica nonché composta da giocatori perlopiù sconosciuti, seppur quattro-cinque di loro potrebbero benissimo giocare in squadre di medio livello dei principali campionati europei, Serie A compresa”.

LEGGI ANCHE >>> UFFICIALE la lista Champions: Inzaghi esclude un attaccante

Tra questi senz’altro il colombiano Castaneda, capitano della formazione moldava e da cinque anni e mezzo assistito proprio di Preziosi: “Sognava di affrontare in Champions almeno una tra Real Madrid e Inter, alla fine ha avuto entrambe… Frank è una seconda punta che ora gioca da esterno, facendosi tutta la fascia, nel 4-2-3-1. In questo modulo potrebbe agire pure da trequartista e, volendo, da prima punta”. Nella scorsa stagione, Castaneda ha siglato ben 33 gol entrando nella storia del club moldavo. Mai nessuno era riuscito a segnare così tanto: “E’ molto riconoscente al suo allenatore perché gli ha dato grande fiducia facendolo diventare capitano dopo soli sette giorni il suo arrivo – ha evidenziato Preziosi a Interlive.itVernydub ha visto in lui quella personalità necessaria per assumere la leadership di uno spogliatoio ed è stato capace di amalgamare una squadra composta da tanti stranieri con culture diverse tra loro”.

Il numero 10 dello Sheriff ha iniziato nel migliore dei modi anche la nuova annata, 2 gol e 6 assist, ed è la classica ‘occasione’ di calciomercato visto che il suo contratto col Tiraspol scadrà a fine dicembre: “A gennaio sarà libero e il suo sogno è di giocare in Serie A. Il Ct della Moldavia, il nostro connazionale Bordin, gli ha detto personalmente che lo vedrebbe bene nel massimo campionato italiano viste le sue caratteristiche. A Frank piacerebbe molto l’Italia anche perché tante squadre giocano con due punte e ci sono allenatori molto preparati. E’ convinto che da seconda punta possa fare cose importanti”.

Castaneda esulta con un compagno la qualificazione in Champions (Getty Images)

Lo Sheriff non è però solo Castaneda: “Il diesse georgiano Vazha Tarkhnishvili e, il suo braccio destro Leonid Istrati, hanno fatto davvero un ottimo lavoro. Segnalo il duo difensivo composto dal colombiano Arboleda – portato allo Sheriff dallo stesso Preziosi, ndr – e dal peruviano Dulanto. Poi l’esterno alto maliano Adama Traore, il terzino sinistro brasiliano Cristiano e il centrocampista ghanese Addo“. Quest’ultimo è stato ‘scoperto’ e portato da Preziosi all’FK Senica, nel periodo in cui ha lavorato come Ds del club slovacco.

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Ma che avversario troverà l’Inter di Inzaghi? “In Moldavia – domina il gioco perché la più forte, in Europa invece lo Sheriff agisce in contropiede sfruttando la velocità dei terzini e degli esterni. Naturalmente l’Inter non è la Stella Rossa, né la Dinamo Zagabria. Anzi, nonostante le cessioni di Lukaku e Hakimi, sono convinto che farà una stagione ancora più importante rispetto all’anno scorso: rivincerà lo scudetto, e fara sicuramente meglio in Europa – ha sottolineato Preziosi in conclusione – Però per Dzeko e compagni meglio non sottovalutare lo Sheriff, sono partite che si devono vincere sempre sul campo”.