Calciomercato Inter, Skriniar apre all’addio | Corsa a due per l’eredità

0
674

Skriniar apre ad una sua possibile cessione all’estero soffermandosi però anche sul presente

Tra presente e futuro, un futuro che potrebbe essere anche lontano dall’Inter. Parole importanti quelle di Skriniar, uno dei pilastri della squadra di Inzaghi, al ‘Corriere della Sera’.

LEGGI ANCHE >>> Colpo Inter, arriva la ‘benedizione’ di Inzaghi: “Giocatore interessante”

Calciomercato Inter, Skriniar apre all'addio
Milan Skriniar ©LaPresse

Lo slovacco ha esordito così: “Durante la mia esperienza vissuta all’Inter, mi sono trovato a fare i conti con diversi allenatore e chiunque mi ha lasciato un qualcosa, da Conte sino a Inzaghi, con il quale ci troviamo benissimo. Scudetto? Presto per parlarne, ma siamo noi i favoriti.” Parole al bacio quelle Skriniar, legato ai nerazzurri sino al 2023. Il classe 1995 ha sempre dimostrato di tenerci notevolmente alla causa nerazzurra, rinnovando già in passato di propria volontà, senza la presenza del suo procuratore. Nell’intervista apre o comunque non esclude un addio per provare una esperienza fuori dall’Italia: “Un’avventura all’estero non sarebbe affatto male. Qui mi trovo benissimo e non credo di voler andar via, però non si può mai sapere nella vita”.

Calciomercato Inter, per il dopo Skriniar Ginter o Bremer

Calciomercato Inter, Conte all'assalto di Bremer
Bremer in azione ©LaPresse

L’Inter deve cominciare a guardarsi attorno, dal momento che il contratto di Milan Skriniar andrà in scadenza a giugno 2023 e non si è ancora certi del suo rinnovo. Nel frattempo, gli attuali campioni d’Italia monitorano la situazione e pensano ai nomi di Matthias Ginter e Bremer, affrontato mercoledì, per blindare la difesa. Il difensore (assistito dallo stesso agente di Calhanoglu) del Borussia M’Gladbach andrà in scadenza a giugno, discorso opposto invece per quanto riguarda Bremer, legato al Torino sino al 2023. Entrambi sono finiti da tempo sul taccuino di Marotta e Ausilio, dal momento che non è da escludere la cessione di un big della difesa per fare cassa, Skriniar appunto oppure Stefan de Vrij.

Paolo Scelzi