Lo Spezia affronta l’Inter per blindare la salvezza, i precedenti non perdonano

0
64

La formazione ligure allenata dall’ex Thiago Motta è reduce da una striscia positiva, l’Inter punta sulla costanza 

A pochi passi dalla fine del campionato, le due sfidanti della trentatreesima giornata Spezia e Inter sono obbligate a macinare quanti più punti possibile per raggiungere i rispettivi obiettivi stagionali diametralmente opposti.

Dimarco contro Salcedo in Inter-Spezia ©LaPresse

Da un lato, la formazione ligure allenata dall’ex calciatore interista Thiago Motta per blindare la salvezza, ancora non certa. Dall’altro, gli uscenti Campioni d’Italia per superare i cugini del Milan in vetta alla classifica. Sebbene gli ultimi risultati dello Spezia siano stati abbastanza positivi con due vittorie ed un pareggio, lo scontro con l’Inter non sarà affatto semplice. Gli uomini di Inzaghi sembrano aver ritrovato fiducia ed energia, e sono anche consci del fatto che contro una ‘piccola’ così sono ancora imbattuti (4 vittorie, 1 pareggio compresa la Coppa Italia). Attenzione, tuttavia, a non peccare di goliardia.

Spezia-Inter, Thiago Motta si affida alla sicurezza

Thiago Motta, tecnico dello Spezia ©LaPresse

Nel tempo, con l’aiuto vigile di Thiago Motta, lo Spezia è maturato sia sotto il profilo tecnico che tattico. L’impostazione di gioco, però, non è mai stata definita univocamente su una sola linea: dal 4-2-3-1 al 3-5-2, per passare ad un 4-3-3. Quel che è certo, da gennaio il tecnico ha preferito schierare sempre una difesa a 4 per non destabilizzare troppo gli assetti a trazione anteriore. Del resto, è proprio nella prima metà di stagione che lo Spezia ha maturato un passivo di reti notevole. Poi il tiro è stato aggiustato, la tattica ha funzionato. Ma l’attacco dell’Inter non va sottovalutato.