Da Casadei a Zanotti, la Primavera dell’Inter pullula di talenti

0
46

Focus sulle individualità presenti nell’organico dell’Inter Primavera in ottica passaggio in Prima Squadra oppure cessione nella sessione di mercato

L’operato di Cristian Chivu nel corso della passata stagione sulla panchina dell’Inter Primavera ha condotto il gruppo Under-19 ad uno storico successo nel relativo campionato, ai danni di una Roma che ha dominato la stagione regolare.

Chivu e la Primavera dell’Inter in festa ©LaPresse

Ciò su cui ha potuto contare il tecnico rumeno, ancora in dubbio se verrà o meno riconfermato alla guida dei suoi, sono state proprio le individualità che coese hanno saputo offrire spunti di buon calcio. A tra quelle individualità l’Inter potrebbe pescarne persino qualcuna che farebbe comodo a Simone Inzaghi in Prima Squadra. Magari non sempre, visto il poco spazio che avrebbe a disposizione, ma all’occorrenza. Un po’ come accaduto per Mattia Zanotti (2003, esterno destro) contro il Cagliari lo scorso 12 dicembre 2021. Perché in fondo da Zanetti a Zanotti il passo è breve. Ma tralasciando i giochi di parole e qualche sospinta fantasia, è bene dare il giusto spazio ai tanti giovani talenti nerazzurri.

Tra gli altri indiziati per i quali si nutre maggiore interesse vi sono i fratelli Franco e Valentin Carboni, il capitano Mattia Sangalli, l’ambitissimo Cesare Casadei ed il jolly Giovanni Fabbian. Su questi ci sono anche le attenzioni di diversi club pronti a tentare lo strappo – rigorosamente in prestito – già per la prossima stagione.

Tra Prima Squadra e calciomercato, i talenti dell’Inter che stuzzicano i club di Serie A

Cesare Casadei ©LaPresse

Quanto a Zanotti, il terzino era stato indicato come partente in prestito verso una realtà di Serie B o di Serie C in base alle esigenze di mercato. Al momento, tuttavia, non sembrerebbero esserci novità di rilevo sul calciatore che dunque potrebbe restare nell’organico Primavera.

Per Franco Carboni si sono mosse prima di tutte sia il Cagliari che l’Hellas Verona, con i sardi in pole perché garanti di un maggior minutaggio in qualità di titolare. Il fratello Valentin, di ruolo trequartista, non avrebbe ancora stuzzicato attenzioni dirette ma è soltanto questione di tempo prima che la dinastia cresca ancora.

Discorso un tantino più delicato per il capitano nerazzurro Mattia Sangalli, il quale non sarà più a disposizione della formazione Primavera avendo compiuto da poco i 20 anni. Ed in occasione del saluto all’ambiente che lo ha cresciuto, il giovane mediano avrebbe dichiarato di non volersi mai togliere la maglia dell’Inter di dosso. Si potrebbe dunque trovare un accordo professionalizzante a tutti gli effetti in Prima Squadra, con eventuale opzione di prestito.

Foltissima concorrenza per il compagno Cesare Casadei: è richiesto da numerose compagini in massima serie fra cui il Torino, interessato ad un prestito biennale. Si vocifera che possa persino essere la chiave di volta per l’operazione che conduce a Bremer. L’Azzurrino scalpita per ritagliarsi un posto di prestigio.

Per finire, Giovanni Fabbian fa gola a mezza Serie B fra cui soprattutto il Perugia, ma ci sarebbero da tempo anche Frosinone, Cittadella e Como. Il nonno Gabriele gli aveva augurato un “futuro radioso”: chissà che un piccolo, grande passo non possa compiersi già nelle prossime settimane.