Scambio secco con la Juve: Marotta fa saltare tutto

0
497

Incomincia a prendere quota uno scambio assieme alla Juve ma Marotta e non ci sta e fa saltare all’aria tutto

L’Inter di Simone Inzaghi scalda i motori e si proietta già in vista della prossima stagione. Non a caso, dopo aver praticamente ormai chiuso le operazioni riguardanti: Mkhitaryan, Lukaku e Asllani, gli stessi nerazzurri sono a caccia di qualche altro colpo e così facendo, sperano di rendere ancor più competitiva la propria rosa. Proprio a proposito di questo, spunta fuori un nuovo scambio tra la Juventus e la ‘Beneamata’.

Scambio secco con la Juve: Marotta fa saltare tutto
Beppe Marotta ©LaPresse

Nonostante Ausilio e soci abbiano già messo a segno ben tre colpi (da qui ce ne sono addirittura altri in fase di chiusura) durante questi ultimi giorni, gli stessi nerazzurri non hanno benchè la minima intenzione di volersi fermare e a testimoniarlo ulteriormente, è il fatto che l’intera dirigenza della ‘Beneamata’ resti di giorni in giorno a colloquio con importanti figure – del nostro calcio – a livello manageriale. Da qui dunque – oltre a voler provare a chiudere una volta per tutte per Dybala e Bremer – si può dire che, durante queste ultime ore, è spuntato fuori un sorprendente scambio tra la Juventus e l’Inter. Da qui in poi, è arrivato però il ‘no’ secco da parte di Marotta, il quale non ci sta minimamente.

Calciomercato Inter, spunta fuori l’idea di scambio Cuadrado-Dzeko: ‘no’ secco da parte di Marotta

Calciomercato Inter, spunta fuori l'idea di scambio Cuadrado-Dzeko: 'no' secco da parte di Marotta
Juan Cuadrado ©LaPresse

Stando infatti a quanto riportato da il ‘Corriere della Sera’, durante queste ultime ore, sarebbe spuntata fuori una sorprendente idea di scambio tra la Juventus e l’Inter per quanto riguarda Edin Dzeko e Juan Guillermo Cuadrado. L’idea sarebbe spuntata fuori grazie alle lusinghe da parte del tecnico bianconero Massimiliano Allegri, proprio nei confronti dell’attaccante bosniaco. Da qui in poi dunque, l’idea sarebbe andata avanti anche grazie alla complicità dell’agente Alessandro Lucci, il quale ha sotto la propria gestione entrambi i calciatori. Il primo a dirsi contrariato a tutto ciò però, è stato lo stesso amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta, il quale non ha minimamente voluto sapere di tutto questo.