Marotta: “Dybala un’opportunità, ma siamo apposto” | Inzaghi: “Felice per Lukaku, obiettivo vincere”

0
355

Le dichiarazioni in conferenza stampa di Beppe Marotta e Simone Inzaghi alla vigilia del raduno al Suning Training Centre

In casa Inter prende ufficialmente il via la nuova stagione con la conferenza stampa di Beppe Marotta e Simone Inzaghi. A seguire le dichiarazioni dell’amministratore delegato e del tecnico nerazzurro.

Marotta e Inzaghi in conferenza stampa

CONFERENZA MAROTTA E INZAGHI

Marotta in apertura: “Sintetizzo alcune delle domande principali che potrebbero essere fatte, soprattutto di mercato. Dybala fa parte di quella serie di calciatori svincolati – come mai prima d’ora – che non fanno ancora parte di una realtà. Rappresentava e rappresenta ancora un’opportunità ma siamo apposto così nel reparto offensivo. Starà all’allenatore sistemare le cose nel migliore dei modi”

Inzaghi continua sul segreto per la stagione: “Sarà un anno molto particolare. Avremo venti partite racchiuse in tre mesi, poi la sosta da cinquanta giorni. Assieme allo staff ci stiamo dando da fare per programmare tutto alla perfezione in quel frangente, vedremo”

LUKAKU – “Si è instaurato un bellissimo rapporto. Sono contento che ci sia stata la possibilità di farlo tornare in nerazzurro. Personalmente penso sia stato un grandissimo colpo, ma non dimentichiamo che l’attacco dell’Inter è stato il migliore l’anno scorso. Ci porterà tantissimi gol ma non tralascio il lavoro fatto dagli altri attaccanti. Come ha anticipato Marotta in precedenza, c’è rammarico per non aver raggiunto il risultato massimo ma ripartiamo con entusiasmo per far sì che sia la volta buona”

OBIETTIVI – “Vogliamo vincere. Il nostro primo obiettivo lo scorso anno era di mettere al sicuro la società ed è stato raggiunto. Poi grazie al calcio espresso è stato tutto molto più facile. Partiamo dietro al Milan Campione d’Italia, sarà difficile ma non ci nascondiamo. Vogliamo competere”

SACRIFICIO DI MERCATO – “Fronte mercato sono in una botte di ferro: abbiamo dei dirigenti grandiosi per quel che hanno fatto nella situazione in cui eravamo. Skriniar resta un giocatore dell’Inter ed ha fatto una grande stagione, sarà pronto per il ritiro. Poi si vedrà, il mercato cambia di giorno in giorno”

ASPETTATIVE – “Abbiamo avuto tante soddisfazioni, tutte di fronte ai nostri tifosi. In 72mila a piangere ed applaudire. Quest’anno ci riproveremo con tutte le forze, sapendo di poter contare ancora su un pubblico fantastico. È il nostro zoccolo duro, ci accompagneranno sempre anche in trasferta”

GERARCHIE IN PORTA – “Partirà Handanovic come titolare, per merito della stagione fatta. Conosciamo anche il valore di Onana, sarà il portiere del futuro dell’Inter. Ci avevamo puntato da tempo su di lui”

PASSATO, PRESENTE E FUTURO – “Speriamo di poter raccontare in futuro che tutto sia andato per il verso giusto, come successo per l’anno passato. Sia per i trofei vinti che per l’approdo agli ottavi, ma soprattutto per l’alchimia creata con il pubblico. Vedi l’ultima giornata o la finale di Coppa a Roma”

DYBALA – “Ha già risposto il direttore. Non parliamo del calciatore, è di enorme qualità. Partiamo dal presupposto che abbiamo sei attaccanti in rosa, fra cui anche Pinamonti e Sanchez. Non sarebbe corretto parlare di qualcuno che non è sotto contratto con l’Inter”

RINNOVO – “Mi ha fatto piacere. Con i dirigenti e il presidente si è creata una grande sinergia. Si va in un’unica direzione, tutti vogliamo il bene dell’Inter. Questo rinnovo fa bene a me così come ai miei collaboratori che mi aiutano ad organizzare la vita nerazzurra”

REDENZIONE – “Non mi viene nessuno in mente che ha fatto male e potrebbe esplodere. Tutti hanno fatto in modo che la stagione andasse come è andata, hanno dato il massimo. Ricordo le due partite contro il Liverpool che li hanno spremuti a modo sia dal punto di vista emotivo che fisico e mentale”

STRATEGIA – “Abbiamo già ritoccato diversi aspetti nel tempo. In questo momento, tornando al Liverpool, le squadre inglesi sono una spanna sopra ma ce la siamo giocata a viso aperto per merito del lavoro svolto”

ALTERNATIVE – “Qualcosa nel modulo potrebbe cambiare, faremo delle prove. A me piace il 3-5-2 e sono sicuro di avere i calciatori giusti per giocare in questo modo. Ho anche delle frecce nel mio arco che permettono di fare variazioni, come per la partita con l’Empoli in Coppa Italia. Si è parlato di Lukaku e Onana ma la società ha preso Bellanova e Asllani che ci aiuteranno molto. Non voglio neppure dimenticare Mkhitaryan, mi è sempre piaciuto e mi ha messo in difficoltà come avversario”

FORZA – “Bravi a muoverci sul mercato. Bisogna rimpiazzare l’uscita di Ranocchia. Poi bisogna essere coperti a doppio in tutti i ruoli perché sarà necessario fare dei cambi. Vogliamo anche aggregare tre giovani della Primavera: puntiamo su Valentin Carboni, Casadei e Zanotti. Spero di farne esordire anche qualche altro, sebbene sia difficile. Se un ragazzo merita, è giusto che accada”

STILE DI GIOCO – “Presto parlare di strategia ma ho qualche idea in testa. Dipende dalla situazione in cui ti trovi. Tante volte andavamo a recuperare palla in zone più basse del campo, con Lukaku è possibile recuperare anche più in avanti per permettere di imbastire occasioni migliori”

ASLLANI – “Giovane ma sembra più maturo dell’età che ha. Sa di dover rubare i segreti dei calciatori con maggiore esperienza, noi crediamo molto in lui”

AMBIENTE – “Ho la fortuna di vivere serenamente la pressione. Noi allenatori abbiamo ogni giorno delle scelte da fare, so cosa vuol dire avere queste responsabilità addosso. Questo mi fa rendere ancora meglio”

MERCATO – “Casadei ha fatto adesso l’europeo Under-19, è convocato con la Prima Squadra. Dopo qualche giorno di vacanza deciderà la società. Quanto a Skriniar, il mercato è imprevedibile. Posso promettere che ad agosto saremo pronti per vincere”

ATTACCO – “Il quinto d’attacco dovrebbe essere un calciatore giovane, non è il caso di Pinamonti. Lui ha tante richieste ma vedremo cosa accadrà. Certo una quinta punta, se la si tiene, deve sapere che innanzi a lui ci sono altri quattro davanti nella gerarchia”

BREMER – “Stesso discorso di Dybala. Non mi va di parlare di ruoli specifici e calciatori di altre società non è corretto”

DZEKO – “Abbiamo parlato ma non per la sua titolarità. Lo scorso anno ha fatto tanti gol, anche quest’anno darà il suo supporto”

Termina qui la diretta testuale della conferenza stampa