Un fuori rosa per l’Inter: la ‘condizione’ per il suo arrivo in nerazzurro

0
726

L’arrivo del difensore potrebbe dipendere esclusivamente dalla cessione di Skriniar, in caso contrario si cercherà un profilo low-cost di completamento

La questione legata alla permanenza di Skriniar non è in procinto di chiudersi. La dirigenza dell’Inter è ben consapevole del suo valore e non è disposta a lasciarlo andare facendo prezzi di favore ad una corazzata come il PSG, ma del suo rinnovo ancora non se ne parla.

Manuel Akanji ©LaPresse

Nel caso in cui dovessero palesarsi le condizioni ideali per la sua cessione, il club nerazzurro saprebbe già a chi affidarsi per coprirne il vuoto. Il nome di Manuel Akanji non è infatti scomparso dalla lista degli obiettivi di Marotta, ma semplicemente passato in secondo piano. Il calciatore non è più un pezzo importante della difesa del Borussia Dortmund, con cui è in rapporto fino al giugno 2023, ed è sul mercato da settimane oltre che fuori rosa.

Calciomercato Inter, Akanji tutt’altro che economico

Francesco Acerbi ©LaPresse

L’unico intoppo che separerebbe Akanji dall’Inter consisterebbe nella richiesta d’ingaggio di circa 3 milioni netti, certamente una cifra esosa per non subentrante dalla panchina se Skriniar dovesse permanere. In quello scenario, la dirigenza non spenderebbe mai tanto e si affiderebbe ad un profilo di levatura inferiore dal punto di vista meramente economico. Primo fra tutti Francesco Acerbi, agli sgoccioli della sua esperienza alla Lazio e tanto stimato dall’ex Inzaghi. L’operazione potrebbe tuttavia avvenire soltanto in prestito: il centrale azzurro ha 34 anni ed è legato alle Aquile da un triennale, dunque è impensabile che l’Inter possa decidere di acquistarlo a titolo definitivo facendosì carico di un contratto così lungo per un calciatore in età avanzata.