Infortunio Lukaku: la mossa ‘estrema’ di Inzaghi

0
188

Lukaku resta ancora ai box. Ecco spiegato l’estremo piano di Inzaghi in vista dei prossimi impegni

Dopo aver sconfitto per 3-1 la Cremonese in quel del ‘Meazza’, l’Inter di Simone Inzaghi, riavvolge il nastro e guarda già in vista dei prossimi impegni; più precisamente al Milan ed al Bayern Monaco.

Infortunio Lukaku: la mossa ‘estrema’ di Inzaghi
Simone Inzaghi ©LaPresse

Diciamo questo perché, cosi facendo ora, i nerazzurri, andranno difronte ad un vero e proprio ‘tour de force’; ed il tutto senza la presenza di Romelu Lukaku. Difatti, l’Inter, durante le prossime due-tre settimane – priva del proprio centravanti – se la vedrà direttamente dapprima coi rossoneri e coi ‘bavaresi’ ed in seguito con squadre del calibro di: Torino, Viktoria Plzen e Udinese (fino ad arrivare chiaramente al periodo che li attende dopo la sosta). Da qui poi, nel caso in cui il belga non dovesse appunto riuscire a prendere parte alle sfide in programma con Roma e Barcellona, ecco quindi che il tecnico Simone Inzaghi potrebbe arrivare a mettere in atto un piano ‘estremo’; optando per l’inserimento di Hernikh Mkhitaryan in zona offensiva.

Inter, Inzaghi pensa a come sopperire all’infortunio di Lukaku: possibile la mossa Mkhitaryan dal 1′

Inter, Inzaghi pensa a come sopperire all'infortunio di Lukaku: possibile la mossa Mkhitaryan dal 1'
Henrikh Mkhitaryan ©LaPresse

Dopo aver preso atto del recente infortunio di Romelu Lukaku – che lo costringerà a stare quindi lontano dal campo per circa 4-5 settimane – Simone Inzaghi pensa a quale volto poter dare – in alternativa – alla sua Inter. Ed è per questo che, oltre alle possibili soluzioni di Edin Dzeko e Joaquìn Correa, il tecnico piacentino pensa a come, quando – e soprattutto se – giocarsi la carta Mkhitaryan dal 1′ alle spalle di Lautaro Martinez. Da qui poi, è altrettanto chiaro che l’armeno, così facendo, agirebbe quindi da seconda punta. Tutto questo, diventa dunque fattibile nel caso in cui l’ormai ex allenatore della Lazio, dovesse decidere di far rifiatare qualcuno dei propri attaccanti.