Interlive | Alcaraz all’Inter, ecco come stanno le cose

0
6145

La dirigenza nerazzurra, secondo gli ultimi aggiornamenti raccolti in esclusiva, segue da vicino il centrocampista argentino ma c’è un ostacolo

L’Inter è da sempre molto vicina al Racing Club de Avellaneda, sito in Argentina, quasi come fosse una sorta di diramazione sudamericana di Viale della Liberazione. Perché è da lì che sono passati alcuni dei calciatori più importanti della storia nerazzurra. Basti pensare al buon Diego Milito o alla promessa Lautaro Martinez.

Lautaro prodotto del Racing
Lautaro Martinez ©LaPresse

Ed è proprio tra le file dell’Academia allenata da Fernando Gago, altra grande conoscenza del calcio europeo, che la dirigenza nerazzurra capitanata da Giuseppe Marotta e Piero Ausilio – dietro stretto consiglio del vicepresidente Javier Zanetti – sta cercando di capire in che misura il centrocampista Carlos Alcaraz (da non confondere con l’omonimo tennista, ndr) possa tornare utile a Simone Inzaghi nella caccia al Napoli in campionato.

Il classe 2002 è a tutti gli effetti un prodotto del vivaio del club argentino, uno di quelli sui quali il presidente spagnolo Victor Blanco punta tutto per il futuro. Sulla sua testa pende una clausola rescissoria da 20 milioni di euro, fissata in seguito alle crescenti prestazioni in Primera Division, ma ci sarebbe apertura da parte del Racing per la sua cessione sulla base della sua volontà di raggiungere molti connazionali nel Vecchio Continente anche ad un costo ridotto intorno ai 15 milioni di euro. In particolar modo lo stesso Lautaro in maglia nerazzurra.

Calciomercato, Alcaraz pallino dell’Inter

Sebbene si possa pensare ad un colpo a gennaio, stando alle informazioni raccolte in esclusiva da ‘interlive.it‘ l’Inter è bloccata dall’assenza effettiva di un budget definito per questa imminente sessione invernale di mercato.

Alcaraz obiettivo Inter
Carlos Alcaraz in tackle ©LaPresse

Fino ad ora, infatti, il presidente Steven Zhang non s’è pronunciato. La speranza resta legata alla prossima sessione estiva, sempre che gli altri concorrenti europei non giochino d’astuzia per anticipare Marotta e Ausilio sul più bello. Un po’ come accaduto in precedenza da parte del Manchester City sull’operazione per Julien Alvarez.

Calciomercato, da Alcaraz a Thuram: mercato bloccato. Ne approfitta il Napoli

Finché non ci sarà il via libera definitivo, il mercato dell’Inter resterà bloccato sulle entrate e limitato soltanto alle operazioni interne di rinnovo di contratto come come nel caso di Milan Skriniar. Ciò potrebbe riguardare anche la trattativa con il Borussia Monchengladbach per il cartellino di Marcus Thuram, altro forte obiettivo nerazzurro per il futuro al pari di Alcaraz.

Thuram obiettivo Inter
Marcus Thuram ©LaPresse

Ospite di ‘Calciomercato.it‘ in onda sul canale Twitch ‘TvPlay‘, l’esperto di mercato francese Fabrizio Ferrari ha detto la sua sulla possibile operazione per il centravanti reduce dall’esperienza con la Nazionale di Deschamps al Mondiale in Qatar.

Lo conosco bene, ma non benissimo. È un giocatore forte, ha un bel fisico. In Nazionale viene penalizzato molto dal sistema di gioco a tre in attacco. Ma se Simone Inzaghi lo vuole con sé – e da quel che so ci hanno davvero fatto un pensierino – è per farlo giocare come seconda punta. Credo possa essere questa la motivazione. Diversificherebbe le caratteristiche rispetto agli altri attaccanti in organico. Si tratta di un investimento importante però, non penso proprio che faranno sconti o lo regaleranno“, ha dichiarato Ferrari.

A proposito di Thuram, per l’Inter non ci sono buone notizie. Secondo Tv Play, infatti, il Napoli ha trovato un accordo di massima col suo entourage solo da ufficializzare nei prossimi mesi.