Il Milan pensa a uno scambio per far fuori l’Inter

0
1011

Con la proposta di uno scambio, più che fattibile all’apparenza, il Milan potrebbe far fuori l’Inter dalla corsa a un rinforzo necessario a Inzaghi

Il Milan non è del tutto soddisfatto della crescita del triestino Tommaso Pobega. Per questo Paolo Maldini potrebbe sfruttare il ragazzo come pedina di scambio per lusingare il Torino.

Maldini, scambio col Torro
Maldini ©LaPresse

Dopo la sua positiva esperienza in maglia granata, Pobega ha fatto rientro a Milano la scorsa estate. Ma il centrocampista classe 1999 non è riuscito a far vedere in rossonero quanto di buono fu capace di mostrare con la maglia dello Spezia e con quella del Toro. Due anni fa, con i liguri, mise a segno 6 goal in Serie A. Lo scorso campionato, a Torino, ne segnò 4.

Al Milan ha giocato in tutto meno di 500 minuti. Il centrale adattabile a mezz’ala non ha sempre brillato, ma in compenso ha già segnato due goal. La sua prima rete in campionato è arrivata pochi giorni fa, nel pareggio dei rossoneri nell’ultimo turno contro la Roma. E tempo fa aveva segnato (per la prima volta) pure in Champions League, contro la Dinamo Zagabria.

Tuttavia, pare che a Milano non siano più tanto convinti dell’investimento. Ecco perché, nonostante la sua crescita, vorrebbero cedere il ragazzo. Pobega piace soprattutto al Torino, dove ha lasciato un bel ricordo. Quindi Maldini potrebbe inserirlo in uno scambio per arrivare a Singo, il laterale che piace molto anche all’Inter e al suo allenatore Simone Inzaghi.

Scambio fra Milan e Torino che taglia fuori l’Inter

Il centrocampista classe 1999 non è mai peraltro uscito dai radar del Torino che gradirebbe anche riportarlo in granata dove ricoprirebbe certamente un ruolo di maggiore rilievo“, scrive calciomercato.net, il sito che discute per primo il possibile affare fra il Milan e Cairo.

Scambio Milan Torino
Pobega ©LaPresse

Approfittando dell’interesse di Juric per il centrocampista, potrebbe infatti anche darsi che il Milan, la prossima estate, possa provare a proporre Pobega (più soldi) al Torino per arrivare a Singo. Un giocatore che piace a tanti e che servirebbe come il pane all’Inter.

Il ventiduenne ivoriano è stato infatti già indicato da Ausilio come il più indicato erede di Dumfries sulla fascia destra. Ma il problema è che il ragazzo piace a tante squadre, anche all’estero.

Il ventiduenne ha mostrato a Torino di essere un calciatore non solo atleticamente molto dotato, forte e veloce, ma bravo anche con i piedi.

Per l’Inter sarebbe dunque un guaio se si dovesse concretizzare lo scambio fra Milan e Torino. L’osservato speciale della fascia destra è infatti anche una promessa per il futuro: l’invoriano è in piena fase di crescita e sembra migliorare giorno dopo giorno. Ecco perché interessa anche in Germania e Inghilterra.

A ogni modo, come nota calciomercato.net, l’affare del Milan con il Torino spaventa: “Uno scambio taglierebbe fuori i cugini dell’Inter spesso accostati allo stesso laterale ivoriano, soprattutto nell’ottica di un addio di Dumfries“.

Su Singo, al momento, ci sono anche Juventus, Fiorentina e Napoli. E pare che il Napoli potrebbe essere la prima scelta per l’ivoriano. I giorni scorsi, il laterale del Torino ha infarti pubblicato un’immagine su Instagram con la t-shirt da trasferta del club partenopeo. E a tutti è sembrato un messaggio abbastanza chiaro di simpatia nei confronti del corteggiamento azzurro.

Il ritorno di Lazaro

Singo è tornato a giocare a Torino dopo un lungo stop. Il suo ritorno è stato in verità un po’ forzato per far fronte all’infortunio di Lazaro, l’austriaco in prestito dall’Inter che piace tanto a Juric.

Tutti su Singo
Singo ©LaPresse

Prima che Lazaro si facesse male, il Toro era infatti pronto a cedere anche subito Wilfried Singo (così come Sasa Lukic). Cairo aveva anche fissato un prezzo: 15 milioni.

Valentino Lazaro stava disputando una buona stagione, ma purtroppo si è fermato a Salerno. Tornerà fra tre mesi, se tutto andrà bene. L’austriaco proseguirà con la terapia conservativa senza intervento chirurgico. La società piemontese dovrà quindi intervenire sul mercato per trovare un sostituto, in attesa che recuperi Ola Aina.