Bisseck: trattativa ufficializzata, l’Inter paga la clausola

Ci siamo. La trattativa con l’Inter per arrivare a Bisseck è stata ufficializzata da una nota dell’Aarhus: ecco quando arriverà la chiusura

Il club italiano userà la clausola di rescissione“, scrive il club danese dell’Aarhus per ufficializzare la trattativa con l’Inter per la cessione del giovane difensore tedesco Yann Aurel Bisseck. Inzaghi punta ad avere il ragazzo in rosa già al primo giorno di ritiro.

Acquisto Bisseck: tutto fatto
Yann Bisseck (LaPresse) – interlive.it

Il giovane difensore destro ma abituato a giocare sul centro-sinistra, capitano della Nazionale Under-21 tedesca, è vicinissimo all’Inter. In una nota pubblicata sul sito, in cui il club danese svela i piani di mercato agli azionisti della società, viene rivelato lo stato avanzato della trattativa. “La nostra società ha avviato trattative sostanziali con il club di Serie A Inter in merito alla vendita dei diritti contrattuali al difensore Yann Aurel Bisseck“, scrive l’Aarhus.

Un possibile trasferimento presuppone che il club italiano decida di utilizzare una clausola rescissoria di 52 milioni di corone (7 milioni di euro) a cui si aggiungono costi e svalutazioni per la nostra società“, si legge ancora. “Una volta deciso l’esito delle negoziazioni, ulteriori informazioni saranno messe a disposizione della Borsa“.

Ovviamente, con tale comunicazione viene ufficializzata la trattativa con i nerazzurri. Ma non solo… Le conseguenze dirette della nota rimandano alla chiusura automatica dell’affare, con l’imminente ufficialità dell’acquisto di Bisseck all’Inter.

Trattativa ufficializzata dal club danese: Bisseck si avvicina all’Inter

Il difensore, scelto come prima riserva di Bastoni, giungerà a Milano nei prossimi giorni per firmare il contratto. Valore dell’operazione: 7 milioni, il prezzo della clausola. Al ragazzo andranno 900 mila euro più un bonus di 100 all’anno.

Dopo Bisseck arriva Umtiti?
Umtiti con la maglia del Lecce (LaPresse) – interlive.it

Il contratto su base quinquennale sarà a salire. L’ingaggio del primo anno sotto il milione di euro andrà comunque verificato, perché i procuratori, nei giorni scorsi hanno chiesto qualcosina in più rispetto all’accordo iniziale. Ammortamento annuo già fissato a 1,4 milioni. Lo stipendio al lordo, grazie al Decreto Crescita, è di circa 1,38 milioni. Costo a bilancio, se le cifre sullo stipendio saranno confermate, si pone su una soglia inferiore ai 3 milioni di euro.

Non è detto che Inzaghi non possa provere a forzare il ragazzo a giocare come terzo a destra: Bisseck ha nelle sue corde una certa adattabilità, e poi è giovane, quindi potrebbe essere allenato per essere un tappabuchi. Vedremo dove sarà piazzato nelle prime amichevoli, e tutto sarà più chiaro.

Non è neanche possibile escludere che l’Inter possa prendere due difensori, uno a zero (magari Umtiti) e uno in prestito, spostando Matteo Darmian sulla fascia a destra come sostituto di Bellanova. Pare che i procuratori dell’ex Lecce abbiano contattato Ausilio per proporre il loro assistito dopo la rescissione del contratto con il Barcellona.

Occhio poi ai difensori dell’Atalanta: l’Inter, in pratica, li tiene d’occhio quasi tutti. Il sogno (impossibile) è sempre Scalvini, ma ci si potrebbe accontentare di Demiral. Piace anche Toloi, ma sembra complicato che Gasperini possa lasciarlo andare. Fra i tre, il turco è quello più trattabile.

Impostazioni privacy