Affondo del Milan coi soldi di Tonali, Inter bruciata

I soldi della cessione di Tonali potrebbero servire al Milan per mettere l’Inter definitivamente fuori dai giochi: niente asta, almeno secondo la stampa specializzata

I rossoneri, a questo punto, sembrerebbero in netto vantaggio. Ma è davvero così? Si continua a parla di Davide Frattesi, ovviamente. Secondo i maggiori giornali sportivi italiani, molte squadra interessate sembrerebbero essersi definitivamente ritirate.

Il Milan sbaraglia l'Inter con i soldi di Tonali
Tonali con la maglia dell’Under-21 (LaPresse) – interlive.it

Prima si è defilato il Napoli. Poi, anche la Juventus ha fatto un passo indietro. E pure l’Inter, che sembrava il club più vicino a chiudere l’affare (anche per via dell’esplicito gradimento del giocatore), potrebbe aver cambiato piano di mercato.

Secondo alcune voci, Marotta ci avrebbe provato sul serio offrendo una trentina di milioni (Mulattieri compreso)… Alla fine, però, la trattativa non ha trovato una conclusione immediata, anche perché Carnevali avrebbe preferito aspettare ancora un po’, per valutare altre offerte da parte della Juve e del Milan. Il gioco al rialzo, a lungo andare, avrebbe stancato Zhang e poi anche Marotta. E così l’Inter avrebbe deciso di concentrarsi su altri obiettivi. Samardzic dell’Udinese. E Musah del Valencia.

Nel frattempo, i rossoneri, sempre secondo la narrazione veicolata dalla stampa dei quotidiani sportivi italiani, avrebbe fatto decisivi passi in avanti. E nelle ultime ore Frattesi si sarebbe avvicinato anche concettualmente al progetto milanista. I soldi di Tonali permetterebbe al Milan di offrire una cifra vicina alle alte richieste neroverdi.

Pare che Carnevali abbia amabilmente conversato con Furlani quest’oggi, e che l’ad del club rossonero sia riuscito a intrigarlo con una proposta allettante. Insomma, l’intesa potrebbe essere vicina. E l’Inter?

I soldi di Tonali per chiudere Frattesi: il Milan sorpassa i nerazzurri?

E non è tutto: si racconta pure che Pioli voglia ora provare a cambiare qualcosa nel suo schema di gioco proprio per poter sfruttare il centrocampista nato a Roma. Un Milan con il 4-3-3 potrebbe diventare una squadra ideale per il gioco espresso dal giovane centrocampista…

Frattesi più vicino al Milan
Davide Frattesi (LaPresse) – interlive.it

L’asta che il Sassuolo si aspettava, alla fine, non è andata ancora in scena. Sul calciatore sarebbero rimaste Milan e Roma. L’entourage del centrocampista classe ’99 avrebbe sperato che a spuntarla fosse l’Inter, ma a quanto pare il giovane, tra i profili italiani più interessanti e affermati della Serie A, sarebbe destinato al Milan.

Be’, non è così. L’Inter non si è ancora ritirata. Di certo non vuole far salire il prezzo oltre i limiti di budget prefissati, ma ha ancora interesse per Davide Frattesi. Il ventitreenne vuole l’Inter e Carnevali ha già un mezzo accordo con Marotta, visto lo schietto interesse per Mulattieri.

Certo, il Milan scalpita e ha tanti milioni da spendere. E la Roma non si è ancora arresa. Per ora, i giallorossi rappresentano la seconda soluzione più gradita al giocatore dopo l’Inter, e da questo punto di vista sono in vantaggio “morale” rispetto al Milan. E fra Roma e Sassuolo i rapporti sono buoni: Volpato e Missori sono passati in neroverde, e tutto è filato liscissimo fra le dirigenze.

Meglio Samardzic del costosissimo Frattesi, o forse no…

Il Milan è sceso in campo per provarci solo nelle ultime ore, forte dei soldi incassati dal Newcastle per Tonali. Ma anche i rossoneri, per principio, sono contrari all’idea di un’asta. L’Inter, secondo la Gazzetta e il Corriere, non è più un problema per i Diavoli, dato che Marotta ora sembrerebbe completamente assorbito dalla trattativa con l’Udinese per Samardzic.

Pioli pronto a cambiare schema per Frattesi
Stefano Pioli (LaPresse) – interlive.it

A oggi il Sassuolo chiede ancora 40 milioni, ma a 35 l’affare si farebbe, per i rossoneri. Beppe Marotta ha offerto, secondo la Gazzetta dello Sport, 23 milioni più il cartellino dell’attaccante Mulattieri, valutato 8 milioni. 23 come i milioni promessi dall‘Al-Nassr per Brozovic. Alla fine gli arabi hanno pagato meno di 18, e l’Inter ha abbandonato del tutto la pista Frattesi.

I 18 milioni di Brozovic potrebbero invece servire per prendere Samardzic. Anche se a Milano si vocifera che l’incasso dai sauditi sarà usato per Lukaku. Eppure la valutazione del serbo-tedesco bianconero è proprio di 18 milioni. Il ragazzo piace anche perché ha un ingaggio basso. All’Udinese prende appena 400.000 euro. L’Inter gli offrirebbe un contratto da 1 milione a stagione.

Tatticamente, la mezzala dell’Udinese potrebbe, secondo alcuni giornalisti, rivelarsi più sfruttabile di Frattesi. Anche perché non pretenderebbe un posto da titolare e potrebbe dare il cambio sia a Barella che a Mkhitaryan. Ciò comunque non significa che l’Inter non possa provare un ultimo affondo per Frattesi, che resta ancora il preferito della dirigenza.

Musah, l’altro obiettivo per il centrocampo, costa invece 25 milioni. A quel punto, perché non andare sul centrocampista del Sassuolo? Musah ha pretese contrattuali un po’ più alte di Samardzic ma compatibili con quelle di Frattesi. Con meno di 3 milioni a stagione, l’americano, non lo si convince. Anche qui l’Inter dovrebbe poi vincere la concorrenza del Milan, che al momento ha già cominciato a trattare con il Valencia. Mentre Ausilio è in vantaggio con i procuratori del ragazzo: è in rapporto con loro da dicembre scorso almeno.

Impostazioni privacy