18 milioni più bonus, rispunta l’affare col Tottenham

Inter a caccia dell’ultimo centrale per completare il reparto arretrato, ecco nuovamente l’idea in uscita dal club inglese per un prezzo non troppo ragionevole

La squadra nerazzurra è in crescita. Questo è quanto ha fatto trasparire Simone Inzaghi nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova stagione sportiva, appena incominciata.

Tanganga proposto all'Inter dal Tottenham per 18 milioni
Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

Si parte infatti con delle basi solide, apposte già due anni fa al netto di qualche leggera modifica nell’assetto e in organico. Come logico che sia. La novità dell’anno è tuttavia rappresentata da un’ulteriore ridimensionamento dell’età anagrafica, già calata di pochi punti percentuali rispetto al passato grazie all’inserimento di Thuram, Frattesi e Bisseck. E l’opera dell’Inter potrebbe non finire qui, perché c’è ancora spazio per giovani promesse. Specie se queste dovessero essere potenzialmente già utili al tecnico piacentino nel corso dell’annata che verrà, tra i tanti impegni di campionato e coppe.

Sebbene l’intenzione primaria fosse quella di scovare un profilo adeguato e di esperienza come sostituto di Milan Skriniar, non è escluso che la dirigenza nerazzurra possa affidarsi ancora una volta a un giovane di buona caratura. Come nel caso di Japhet Tanganga, roccioso centrale difensivo inglese di proprietà del Tottenham.

Calciomercato, idea Tanganga per completare la difesa dell’Inter

Già sondato in precedenza dall’Inter, il calciatore potrebbe non trovare grande spazio nelle gerarchie del nuovo tecnico Ange Postecoglou. Per questo motivo è la stessa dirigenza londinese ad essersi interessata di proporlo altrove, ma mettendo da subito le cose in chiaro.

Tanganga proposto all'Inter dal Tottenham per 18 milioni
Japhet Tanganga, difensore centrale del Tottenham in orbita Inter (LaPresse) – interlive.it

Non verranno fatti sconti di nessun tipo perché innanzi al ventiquattrenne c’è ancora una lunghissima strada di crescita e il suo cartellino, valutato intorno ai 18 milioni, rispecchia pienamente quest’idea. All’Inter potrebbe dunque avvicinarsi con l’inserimento di qualche bonus legato al numero di presenze, ma la titubanza sull’affare resterebbe comunque piuttosto alta.

Tanganga rappresenterebbe infatti per l’Inter un profilo extra, non ritenuto realmente necessario ai fini del completamento del reparto difensivo. Meglio una virata su un parametro zero. Oltre al fatto che l’inglese preferisce giocare come vero centrale in una difesa a due, piuttosto che come braccetto di destra al posto di Skriniar. La scelta nerazzurra deve essere mirata, deve offrire certezze e non dubbi di posizionamento. Verosimile che il suo profilo venga trascurato.

Impostazioni privacy