Rinnovo Inzaghi con l’Inter: tutti i dettagli

C’è l’accordo per il rinnovo fra l’Inter e Simone Inzaghi: ecco le cifre e i dettagli del prolungamento. Si rinnova anche il ciclo

A confermare le insistenti voci su un imminente rinnovo di Inzaghi ci ha pensato il procuratore del tecnico, Tinti (“Inzaghi ha già rinnovato, devono solo annunciarlo“). Il segnale è chiaro: la società ha confermato la propria fiducia nell’allenatore con l’obiettivo dichiarato di vincere il ventesimo Scudetto. Come vi avevamo annunciato su questo sito, l’accordo per il prolungamento era stato trovato da tempo.

Inzaghi: rinnovo pronto
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

Con il raggiungimento della finale in Champions League e il terzo posto in campionato, Inzaghi è riuscito a spazzare via tutte le minacciose ombre che gravavano sul suo futuro all’Inter. Dire che la società è sempre stata convinta del proprio tecnico sarebbe comunque disonesto: per un paio di mesi, la primavera scorsa, Marotta e Ausilio hanno pensato apertamente a un possibile sostituto, concentrandosi su De Zerbi e poi su Thiago Motta.

Solo Zhang ha dimostrato costante fiducia nel tecnico piacentino. Tutta acqua passata, comunque. Il rinnovo di contratto di Simone Inzaghi è cosa fatta, e se ne conoscono anche i dettagli. Manca solo la firma: si tratta di una formalità che verrà espletata prima dell’esordio in Serie A, il 19 agosto.

Inzaghi: ecco i dettagli del rinnovo

La decisione di continuare con Inzaghi dipende certamente dall’ottimo finale della scorsa stagione, ma anche dal rapporto di fiducia che si è venuto a creare fra Zhang e l’allenatore ex Lazio. Il tecnico sa di dover mantenere alte le ambizioni europee, ma l’obiettivo principale è lo stesso con cui è stato accolto tre anni fa a Milano: raggiungere la seconda stella.

Zhang premia Inzaghi
Steven Zhang (LaPresse) – interlive.it

Il tecnico piacentino rinnoverà il suo contratto fino al 2025, alle stesse cifre attuali, ovvero 5 milioni di euro all’anno. C’è anche chi parla di un biennale (scadenza 2026) a 5,5 milioni. Ma ciò che conta è il rinnovo in sé. Si è spesso parlato del modus operandi di Marotta, riluttante all’idea di avere un allenatore in scadenza di contratto durante la stagione. Con la permanenza di Inzaghi sulla panchina nerazzurra, l’Inter si confronta con una continuità tecnica che raramente ha sperimentato. È dai tempi di Mancini che un allenatore non sopravviveva per più di due stagioni.

Rinnovi anche per Lautaro e Dimarco

E la continuità tecnica è sempre una cosa buona e giusta dal punto di vista progettuale, anche se quest’anno l’Inter ha di fatto rivoluzionato la squadra, così come ci si sarebbe potuti attendere con l’arrivo di un nuovo tecnico e l’apertura di un diverso ciclo. Sì, l’ambiente e il tecnico hanno un solo obiettivo in testa: il ventesimo Scudetto. Ma non sarà facile, dato che la squadra ha perso molte delle sue certezze tecniche e morali: Onana, Handanovic, Skriniar, Brozovic e Lukaku.

L'agente Tinti sul rinnovo di Inzaghi: "E' tutto fatto"
Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

La scadenza del contratto di Inzaghi passerà dal 2024 al 2025 (o il 2026). E la comunicazione ufficiale dovrebbe arrivare prima dell’inizio del campionato. Prima bisogna chiudere il mercato. Dopodiché la dirigenza inizierà ad affrontare anche la questione dei rinnovi contrattuali.

Ci sono anche vari giocatori in scadenza nel 2026 con cui accordarsi, per scongiurare trattative con un orizzonte limitato di tempo a disposizione. Il discorso riguarda in particolare BarellaDimarco e Lautaro.

I primi a rinnovare dovrebbero essere Dimarco e Lautaro Martinez. Entrambi hanno già fatto intendere di essere pronti a firmare un prolungamento. Poi toccherà a Nicolò Barella, un altro talento che l’Inter vorrebbe conservare il più a lungo possibile. Attenzione poi alla situazione di Stefano Sensi: se l’Inter non dovesse riuscire a piazzarlo, la dirigenza potrebbe anche prendere in considerazione l’idea di rinnovarlo (dato che andrà in scadenza a giugno 2024).

Impostazioni privacy