Scambio con Sensi, l’Inter risolve il problema Cuadrado

Stefano Sensi potrebbe essere finito anche nel mirino anche del Cagliari, e per l’Inter potrebbe arrivare l’occasione per sostituire Cuadrado

L’Inter non ha ancora deciso che cosa fare con Stefano Sensi. Il centrocampista urbinate andrà in scadenza a fine stagione e prestarlo, a chi lo sta richiedendo per gennaio, non avrebbe molto senso. Tenerlo in rosa sarebbe ugualmente insensato. L’ex Sassuolo avrebbe infatti scarsissime possibilità di giocare. Mentre sul mercato nessuna squadra sembra pronta a investire davvero per prendere un giocare vicino a svincolarsi e penalizzato atleticamente da una storia zeppa di infortuni.

Sensi al Cagliari e Nandez all'Inter
Sensi e Cuadrado – interlive.it

Sensi ha ritrovato il campo prima della sosta. Meno di 10′ di gioco contro il Frosinone non sembrano però un indizio che porta a immaginare che il centrocampista sarà utile nelle rotazioni di Inzaghi. A gennaio potrebbe dunque partire. A oggi l’Inter non sembra disposta a liberarlo gratis, ma non si opporrebbe nel caso in cui dovessero arrivare proposte interessanti.

Sul giocatore sono attenti diversi club di Serie A come il Monza, il Sassuolo, il Genoa, il Cagliari e la Salernitana. Con la Salernitana, l’Inter potrebbe provare per esempio ad arrangiare uno scambio: Sensi più un paio di milioni per avere Mazzocchi. Un’altra idea, ancora più intrigante per i dirigenti interisti, sarebbe proporre uno scambio al Cagliari.

Nel club sardo c’è infatti un giocatore che a giugno andrà in scadenza, proprio come Sensi, che potrebbe far comodo a Inzaghi: si tratta di Nahitan Nandez. Da qui potrebbe nascere l’idea di uno scambio alla pari Sensi-Nandez. Ranieri avrebbe così un centrocampista di qualità e l’Inter potrebbe aggiungere alla rosa un giocatore di centrocampo esperto che potrebbe fare anche il laterale destro.

Sia con Mazzocchi che con Nandez, l’Inter potrebbe quindi risolvere il problema che riguarda la lunga indisponibilità di Juan Cuadrado: ecco dunque come Sensi potrebbe essere utile a coprire il buco che sta inquietando da mesi Inzaghi.

Sensi via a gennaio per trovare il sostituto di Cuadrado

Occhio poi a Valentin Gendrey, terzino destro del Lecce, che non ha ancora rinnovato con il club salentino e andrà in scadenza a giugno. I pugliesi valutano il francese 4 o 5 milioni, un prezzo che corrisponde a quanto l’Inter potrebbe pretendere per lasciar partire in anticipo il centrocampista ex Sassuolo.

Sensi via a gennaio
Stefano Sensi (LaPresse) – interlive.it

Un discorso simile si potrebbe fare anche fuori dal territorio nazionale. Parlando per esempio con il PSV. L’Inter ha seguito l’anno scorso il laterale Shurandy Sambo, che a fine stagione dovrebbe svincolarsi dal club olandese. In tal senso i dirigenti nerazzurri potrebbero proporre a Sensi e al PSV uno scambio.

La sensazione è che Sensi punti a un ritorno al Monza o al Sassuolo. Ma potrebbe anche lasciarsi intrigare dalla possibilità di essere allenato da Claudio Ranieri, che lo piazzerebbe sulla trequarti, ovvero nel suo ruolo naturale.

Il fattore Ranieri: l’Inter spera nel sì del centrocampista

Nasce infatti come centrocampista offensivo, Stefano Sensi. Anche se da tempo il classe ’95 di Urbino non gioca più a ridosso delle punte, potrebbe essere per lui un’ottima occasione ripartire da una piazza come quella sarda per dare un senso alla sua carriera dopo tanti infortuni e i prestiti non così esaltati alla Samp e al Monza.

Ranieri chiama Sensi
Claudio Ranieri (LaPresse) – interlive.it

Per Simone Inzaghi, il sesto centrocampista in rosa è ancora Davy Klaassen. Per rilanciarsi Sensi non può aspettare di svincolarsi a giugno, perché già da troppo tempo che non trova continuità e che non mette abbastanza minuti nelle gambe.

Qualora arrivassero contanti (almeno 3 o 4 milioni), l’Inter potrebbe anche dire di sì a una cessione al Genoa di Alberto Gilardino o alla Salernitana di Filippo Inzaghi. Passerebbe da un Inzaghi all’altro.

Impostazioni privacy