Svolta Inter, più di 30 milioni: il nuovo accordo è ufficiale

Steven Zhang è pronto a mettere altri 30 milioni a bilancio grazie a un nuovo accordo ufficiale. Ecco da dove arrivano i fondi

Il presidente cinese sta lavorando per rifinanziare il debito con Oaktree e tenersi l’Inter: il bilancio del club, anche se ancora in negativo, è stato gestito ottimamente nell’ultimo biennio e le previsioni sono dunque incoraggianti. La società non guadagna solo dal player trading ma respira anche grazie ai ricavi ottenuti da sponsor e diritti tv. Ecco cosa viene fuori dalla documentazione ufficiale sulla trimestrale attraverso cui il club ha comunicato gli incassi UEFA per la Champions e delle nuove sponsorizzazioni.

Zhang: 30 milioni in più
Beppe Marotta e Steven Zhang (Ansa) – interlive.it

Grazie al rinnovo dell’accordo con la Nike, per esempio, l’Inter ha incrementato la voce relativa agli introiti della sponsorizzazione tecnica con un +70%. Altri 12 milioni in più sono arrivati dalla UEFA. Questi sono i dati che emergono dalla relazione di Inter Media and Communication, cioè la società in cui confluiscono i ricavi media e sponsor della società nerazzurra.

I ricavi da sponsor e diritti tv sono cresciuti del 15%. Si è passati da 93,5 milioni a 107,5 milioni (il dato è relativo al 30 settembre). Riguardo agli sponsor, una delle voci più importanti è relativa al rinnovo con la Nike. L’Inter ha infatti rinnovato il suo accordo con la Nike nei mesi scorsi, siglando un accordo di collaborazione che andrà avanti fino al 2031.

Secondo questo nuovo accordo l’Inter incasserà ogni anno una cifra base pari a 21,25 milioni di euro, cui andranno aggiunti i bonus legati alle performance della squadra. In questo accordo non sono compresi  i diritti di rivendita, retail e licensing, che la società nerazzurra ha voluto riacquistato dalla Nike il primo novembre del 2019 per una cifra complessiva di 6 milioni di euro.

30 milioni in più grazie al nuovo accordo

L’aver speso 6 milioni per accaparrarsi i diritti di rivendita implica che la società nerazzurra incassa ora il 100% dalla commercializzazione dei prodotti Nike con marchio Inter. Un affare conveniente, dato che solo 2023, il club ha incassato 13,16 milioni di euro grazie alla vendita dei prodotti Nike, spendendo circa 3,5 milioni per la produzione. A fronte di un investimento una tantum di 6 milioni, l’Inter in un solo anno ha già guadagnato 10 milioni.

30 milioni in più dalla Nike
Mkhitaryan e Thuram in maglia nerazzurra (LaPresse) – interlive.it

Sommando i 21,25 milioni base dell’accordo ai 10 di guadagno dalla rivendita dei prodotti a marchio Nike, Zhang può dunque mettere già a bilancio, grazie al nuovo accordo, un incasso che supera i 30 milioni.

Di base, gli introiti da Nike hanno visto un incremento di 70%. Da 3,1 milioni si è passati a 5,3 milioni grazie al rinnovo firmato per 21,25 milioni a stagione.

Gli altri introiti in aumento arrivano dalla UEFA e i suoi diritti televisivi. I diritti tv europei hanno portato 12,5 milioni in più grazie alla crescita nel ranking storico e al fatto, importantissimo, che non ci siano state trattenute e sanzioni per il Fair Play finanziario.

Capitolo DigitalBits: si muove il Tribunale

Poi c’è l’aumento relativo agli incassi per la sponsorizzazione della maglia, che sono aumentati da 2,5 milioni a 3,7 milioni di euro. Ciò, principalmente, grazie al nuovo contratto di sponsorizzazione della maglia firmato con Paramount+, al contratto di sponsorizzazione di manica con eBay e all’accordo con U-Power per il retro della maglia.
L'Inter spera di recuperare il dovuto da DigitalBits
Lautaro Martinez (LaPresse) – interlive.it
Dall’anno prossimo entreranno a bilancio anche i soldi già messi da Qatar Airways. E poi ci sono anche i soldi che potrebbero arrivare da DigitalBits. L’ex main sponsor è risultato inadempiente, portando a un mancato incasso per l’Inter da 31,4 milioni di euro (1,6 milioni per la stagione 2021-22 e 29,8 milioni per la stagione 2022-23).
Il club nerazzurro spera di poter recuperare questi soldi attraverso delle azioni legali. La novità, comunicata dal club, è che il Tribunale di Milano ha emesso il decreto ingiuntivo come da richiesta nerazzurra. I legali del club stanno procedendo agli adempimenti necessari per la corretta notifica alla controparte.
Impostazioni privacy