Bastoni-Duda, svelato l’audio Var: “È furbizia”

Ecco la conversazione tra l’arbitro Fabbri e il collega al VAR Nasca sul presunto intervento falloso di Bastoni su Duda, nell’ultimo match di campionato fra Inter e Verona 

Una faccenda destinata a far parlare ancora di sé ma che potrebbe presto chiudersi, una volta che i dettagli saltati fuori dalla comunicazione audio tra l’arbitro Fabbri e il collega in sala VAR Nasca avranno scacciato ulteriori dubbi.

Contatto Bastoni-Duda, audio tra arbitro e VAR
Raccolta la comunicazione audio tra l’arbitro Fabbri e il VAR Nasca in Verona-Inter (LaPresse) – interlive.it

Quanto accaduto nell’ultimo incontro di campionato tra Inter e Verona non dà pace agli addetti ai lavori e ai tifosi. Tanto che un intervento puntiglioso e mirato è stato necessario per capire come si sono effettivamente svolti i fatti e cosa nello specifico ha portato l’arbitro di stanza a non intervenire sul presunto contatto tra Alessandro Bastoni e Duda

Nell’occasione, il difensore centrale nerazzurro stava tentando di scrollarsi di dosso la marcatura dell’avversario nell’uscita dall’area di rigore del Verona. Secondo una prima ricostruzione meramente visiva dalle immagini raccolte in diretta, quel che risalta è il braccio largo di Bastoni ed un colpo che atterra Duda. Per i più il fallo risulta evidente e come logica conseguenza, non ci sarebbe dovuto essere neppure il gol successivo di Davide Frattesi. Il VAR però non è intervenuto nel capovolgere la situazione, con la decisione da parte dell’arbitro Fabbri di convalidare la rete.

Episodio sospetto e decisione certa di Fabbri: “Si alza e mi guarda”, gol buono di Frattesi

Una volta eviscerato il rapporto audio nel dettaglio, non sfugge una particolarità. L’addetto VAR Nasca suggerisce a Fabbri di fischiare per interrompere il gioco: “Fischia, fischia santo cielo!“, si sente pronunciare.

Contatto Bastoni-Duda, audio tra arbitro e VAR
Ipotizzata simulazione da Fabbri sull’intervento di Bastoni in Inter-Verona (LaPresse) – interlive.it

Di tutta risposta, però, il direttore di gara sembra essere piuttosto certo della propria decisione: “Si alza, mi guarda e poi si rimette giù, questa è furbizia“. Al ché Nasca non ha altri dubbi, non c’è fuorigioco e il gol può essere considerato regolare. Nessun altro elemento da tenere in considerazione per spodestare l’Inter dell’incredibile gol decisivo a qualche minuto dalla fine.

Impostazioni privacy