Tra i quattro top 2005: anche l’Inter ha il suo Yildiz

Non solo la Juventus, anche i nerazzurri hanno in casa il proprio gioiello. Già 2 reti e 3 assist in stagione per la giovane stella di proprietà dell’Inter

A far parlare di sé in queste ultime settimane è stato Kenan Yildiz, giovane centravanti classe ’05 lanciato da Massimiliano Allegri in Frosinone-Juventus dello scorso 23 dicembre che, alla sua prima da titolare, ha subito risposto presente.

Anche l'Inter ha il suo Yildiz: si tratta di Valentin Carboni
Kenan Yildiz (LaPresse) – interlive.it

La giovane prima punta turca, in quella circostanza scesa in campo dal 1′ al fianco di Milik, ci ha messo appena 12 minuti per realizzare la sua prima rete in Serie A (e che rete aggiungeremmo). Lo stesso epilogo c’è poi stato in Coppa Italia, con l’ex Bayern Monaco subentrato nella ripresa di Juventus-Salernitana e capace, anche qui, di realizzare un super gol.

In tanti hanno osato paragonarlo già ad Alessandro Del Piero in quest’ultimo periodo, complice lo stesso e identico tipo di esultanza che accomuna i due, quello della ‘linguaccia fuori’. Un giovane destinato a lasciare il segno nel calcio che conta, così come Valentin Carboni del resto, altro attaccante classe ’05 (in questo caso di proprietà dell’Inter) che si sta finalmente appropriando di un ruolo da protagonista nel Monza di Palladino.

Valentin Carboni come Yildiz: anche l’argentino tra le rivelazioni della Serie A

Valentin Carboni, calciatore girato in prestito secco dall’Inter al Monza in estate che nelle prime uscite stagionali aveva raccolto appena 10′ al fianco della formazione brianzola, è riuscito a convincere una volta per tutte il proprio tecnico.

Carboni tra i quattro nati a partire dal 2005 con almeno 2 gol e 2 assist in Europa
Valentin Carboni (LaPresse) – interlive.it

A confermarlo gli ultimi due gettoni raccolti da titolare dal fantasista argentino nelle ultime due uscite contro Napoli e Frosinone. Ad aver cambiato le sorti della stagione del classe ’05 la rete siglata da quest’ultimo in occasione di Monza-Juve dello scorso 1 dicembre, match in cui bastò un quarto d’ora esatto al classe ’05 per mettere a referto la sua prima rete in Serie A.

Il gioiello di proprietà dell’Inter è passato dall’essere il vice Colpani a uno dei maggiori punti di forza della formazione ora guidata da Raffaele Palladino, tecnico che come già anticipato ha riposto massima fiducia nei mezzi del ragazzo, così come lo stesso Adriano Galliani, dirigente biancorosso che negli scorsi giorni ha speso soltanto belle parole nei confronti dell’ex Primavera Inter.

Per chi non lo conoscesse a dovere, trattasi di un puro trequartista (in grado di agire anche da seconda punta o da esterno d’attacco) dotato di un’ottima tecnica di base e di un gran tiro. Velocità, dribbling e imprevedibilità. Queste le caratteristiche che descrivono al meglio il giovane talento di nazionalità argentina, colui che pur avendo appena diciott’anni sulle spalle ha già avuto la possibilità di trascorrere più ritiri al fianco della selezione maggiore della ‘Albiceleste’. Non solo. Valentin Carboni si è distinto anche per quest’altro dato.

Carboni tra i quattro nati a partire dal 2005 con almeno 2 gol e 2 assist in Europa

Grazie alla rete e all’assist realizzati lo scorso weekend contro il Frosinone, Valentin Carboni è riuscito a mettere per inciso il proprio nome al fianco di quelli di Kroupi, Zaire-Emery e Tel.

Valentin Carboni (LaPresse) – interlive.it

Questi i nomi dei quattro calciatori nati a partire dal 2005 capaci di segnare almeno 2 gol e fornire almeno 2 assist nei maggiori cinque campionati europei. Record che il giovane talento di proprietà dell’Inter condivide coi giovani ora a difesa dei colori di Lorient, Psg e Bayern Monaco.

Per il resto, ammontano a 340 i minuti totalizzati in questa prima parte di campionato dal fantasista argentino al fianco del Monza, club che si ritroverà costretto a dire addio in estate al ragazzo, con quest’ultimo atteso alla base dai nerazzurri e occhio perché la novità spuntata fuori negli scorsi giorni è quella che l’attuale numero 21 dei brianzoli possa finire per prendere il posto di Sanchez nei prossimi mesi, col cileno che viaggia sempre più spedito verso un nuovo addio a zero da Milano.

Impostazioni privacy