Simeone-Inter, l’annuncio in diretta: “Ho parlato con lui”

Il 20 febbraio Diego Simeone tornerà per la prima volta da allenatore al Meazza per sfidare l’Inter: qualcuno ha già parlato con lui

Javier Zanetti, vicepresidente dell’Inter e prima ancora capitano storico dell’Inter più vincente di sempre, sa meglio di chiunque con quanta emozione può dare giocare al Meazza. E sa anche che un ex Inter come il Cholo Simeone sta aspettando con ansia e sincera apprensione il giorno della prima sfida degli ottavi di Champions League. L’esito del sorteggio di Nyon ha stabilito che i nerazzurri affronteranno la squadra spagnola guidata appunto dall’ex Simeone.

Simeone si prepara al ritorno al Meazza
Diego Simeone (LaPresse) – interlive.it

Zanetti, intervistato al programma Stasera C’è Cattelan su Rai 2, ha parlato anche del rapporto con il vecchio compagno di squadra e di come il Cholo potrebbe star preparando la partita. Cioè con quale stato d’animo

Zanetti si è raccontato come uomo e dirigente, e soprattutto come ex capitano dell’Inter. “Dieci anni fa, quando venni qui ospite, nella mia testa avevo già pensato di smettere“, ha confessato Pupi. “Ritirarmi non è stato difficile, perché quando lo senti dentro e sai quello che vorrai fare dopo non ci sono problemi“.

Da uomo riflessivo e consapevole, Zanetti sapeva già cosa fare e aveva da tempo cominciato ad abituarsi all’idea. “A quarantuno anni, dopo una lunga carriera era il momento di smettere“, ha aggiunto l’argentino. “La cosa importante è che abbia deciso io. Potevo anche continuare, ma forse fare questo passo un po’ prima di arrivare al limite mi ha fatto star bene“.

Pupi ha poi confessato che non avrebbe mai potuto concludere la carriera in Arabia Saudita o in un altro campionato emergente. “Stando all’Inter, ho avuto la fortuna di giocare in una grande squadra europea. L’Inter per me è una famiglia, scelgo sempre il sentimento. Ci sono altre cose rilevanti che vanno oltre al lato economico“.

Zanetti si prepara alla sfida contro l’Atletico: “Ho parlato con Simeone

Il vicepresidente dell’Inter è già proiettato con la mente all’appuntamento di Champions League del 20 febbraio, quando l’Inter ospiterà l’Atletico allenato dall’amico Simeone. Prima però c’è la Juve in campionato. “Sappiamo che sarà una partita importante, stiamo giocando un campionato equilibrato. Sia noi che loro ci arriviamo bene. La risposta la darà il campo“.

Zanetti e il ritorno di Simeone
Javier Zanetti (LaPresse) – interlive.it

Nessun ansia particolare, quindi, per il derby d’Italia. “Prepareremo la partita come abbiamo sempre fatto. Da calciatore dormivo tranquillamente la sera prima perché se il percorso preparatorio era corretto si pensava solo alla partita. Uno che non dormiva era Simeone“.

E qui Zanetti ha dichiarato di sentire spesso Diego Simeone: “Per lui sarà una bella sorpresa. Torna a San Siro per la prima volta contro l’Inter. Conoscendo come sente le partite, sarà bello. Lui non dorme alla vigilia, lo vedete in panchina come si agita“.

Una sfida complicata

L’Inter affronterà una squadra tosta e piena di campioni. La partita, sulla carta, si preannuncia parecchio difficili. I colchoneros non mostrano sempre un gioco brillante, ma quando ci si mettono possono giocarsela con tutti e sfoderare risorse inaspettate, soprattutto a livello mentale.

Simeone si prepara al ritorno al Meazza
Il Cholo Simeone (LaPresse) – interlive.it

Simeone può contare su un Morata in forma mentale e fisica e sul miglior Griezmann di sempre. Anche le riserve offensive come Depay stanno facendo bene. Dopodiché a fare la differenza è la tattica con cui Simeone prepara ogni match, preferendo spesso il gioco difensivo.

In Liga, l’Atletico è attualmente terzo in classifica insieme al Barcellona a 47 punti. Sopra ci sono il Real Madrid a 54 punti e il Girona a 55. In 22 partite, gli uomini di Simeone ne hanno perse 5, pareggiate 2 e vinte 15.

Impostazioni privacy