Troppi 20 milioni: Arnautovic e Agoume nell’operazione

Inter, riflessioni in corso per la fascia destra: a preoccupare è la situazione legata al futuro di Dumfries

Potrebbe finire per spezzarsi a distanza di tre anni il matrimonio tra Denzel Dumfries e l’Inter. A mettere fretta è infatti il contratto che lega il laterale olandese ai nerazzurri sino a giugno 2025, questa la ragione per cui andrà in atto tra qualche mese di tempo l’addio dell’ex Psv dal Milano, naturalmente nel caso in cui le due parti non dovessero raggiungere l’accordo per il rinnovo.

Dumfries sempre più vicino all'addio
Denzel Dumfries (LaPresse) – interlive.it

Quelli di Aaron Wan-Bissaka e Michael Kayode i nomi finiti nel frattempo sul taccuino del club meneghino per la corsia di destra, anche se in realtà una nuova candidatura è stata lanciata in queste ultime ore direttamente da ‘La Gazzetta dello Sport’. Amar Dedic, è questo il profilo che è finito per essere accostato alla squadra neo Campione d’Italia nei giorni scorsi.

“Relazioni positive”, così si è espressa la rosea in precedenza sul conto del giovane laterale classe ’02, protagonista di una grande stagione caratterizzata da 5 gol e altrettanti assist. Di 20 milioni di euro la valutazione che ne fa il Salisburgo del proprio gioiello. Una somma di denaro, questa, che la società di Viale della Liberazione reputa fin troppo alta per un 21enne, ragion per cui Marotta e Ausilio potrebbero anche provare ad abbassare eventualmente le pretese degli austriaci in un altro modo.

Dedic in cambio di Arnautovic e Agoume? L’Inter può provarci tramite intermediari

Marko Arnautovic e Lucien Agoume. Potrebbero essere queste le due contropartite tecniche che, tramite il supporto di alcuni intermediari, può finire per riporre l’Inter in estate sul tavolo del Salisburgo in cambio di Amar Dedic.

L'Inter osserva Dedic per il dopo Dumfries
Amard Dedic (LaPresse) – interlive.it

L’ex Wolfsberger, che ha sempre avuto un certo feeling con la porta avversaria, è riuscito a risultare decisivo anche in quest’annata, tanto da mettersi in luce come uno degli uomini più in forma presenti nella rosa austriaca in questa stagione. Trentuno, in totale, i gettoni racimolati in quest’annata dal giovane classe ’02, tra i migliori giovani emergenti a livello Europeo e in grado in questi ultimi mesi di farsi le ossa anche in palcoscenici più importanti rispetto al campionato di Bundesliga. Scontato, in quel caso, il no del Salisburgo all’eventuale proposta dell’Inter.

Impostazioni privacy