Inter > Inter News > Inter, Fassone: “Mazzarri resta. Darò il 150% per avere i tifosi dalla mia parte”

Inter, Fassone: “Mazzarri resta. Darò il 150% per avere i tifosi dalla mia parte”

Marco Fassone (Inter.it)

Marco Fassone (Inter.it)

 

INTER FASSONE / MILANO – Nel corso di un’intervista concessa a ‘Radio Deejay’, Marco Fassone ha parlato di numerose tematiche calde in casa Inter, a cominciare dal mercato estivo. Ecco le parole del direttore generale nerazzurro: “Fernando Torres? Tra i nomi che seguiamo alcuni sono venuti fuori, in certi casi è stato persino il presidente a rivelarli. Moratti è molto presente, ben oltre il 30%. Non so dirvi quale sia il momento dell’Inter, probabilmente siamo in una fase compresa tra la transizione e l’avvento di un ciclo nuovo. Dal punto di vista sportivo questa squadra ha compiuto qualcosa di straordinario, da quello economico sta avvenendo un risanamento delle finanze. Rivelazioni italiane in Champions? E’ molto bello vedere squadre come l’Atlético Madrid arrivare a competere con le squadre più forti d’Europa. Forse noi italiani dovremmo cambiare prima di tutto la mentalità. Questo in parte sta accadendo con l’arrivo di investitori stranieri: il calcio nostrano ha perso fascino e dunque per gli investitori è più facile acquistare, perciò stiamo iniziando a vedere i cambiamenti. L’Inter, ma anche la Roma, si stanno muovendo più in fretta rispetto alle altre”.

Mazzarri? Non è assolutamente in discussione. Lo conosco molto bene e so cosa può dare alla squadra, sia sul lato tattico che su quello psicologico a livello di gestione del gruppo. Negli ultimi anni questa squadra ha avuto risultati altalenanti e la colpa può essere di Mazzarri solo fino a un certo punto, lui sta gestendo il presente e pianificando bene il futuro. Poi, probabilmente, un po’ tutti abbiamo risentito del cambio di gestione. La società non ha dato obiettivi a Mazzarri, gli abbiamo chiesto di trarre il massimo dalla rosa che ha a disposizione. Ora, comunque, l’imperativo è raggiungere l’Europa League perché rimanere esclusi per due anni di seguito sarebbe sconveniente anche dal punto di vista finanziario. Icardi? Lo abbiamo ripreso, perché la situazione che si è venuta a creare non è piacevole. Lui comunque è un giocatore di grande talento. Il mio rapporto con i tifosi? Ho avuto una chiacchierata con loro. Ho avuto dei trascorsi alla Juventus e per questo motivo so che dovrò lavorare al 150% per averli dalla mia parte, poi saranno i numeri a parlare”.


Alessandro Caltabiano