Inter: un muro da ricostruire

0
48
Walter Samuel (Getty Images)

INTER PROBLEMA DIFESA PRESENTE E FUTURO / MILANO – Tante cose non vanno come dovrebbero. L’Inter vista ieri sera non può certo competere per i primi posti nel campionato italiano. Troppo lenta nella manovra, giocate a sprazzi e tanti, tantissimi errori in fase difensiva: responsabilità da dividere con tutta la squadra, in particolar modo con il centrocampo. La coppia di centrali composta da Samuel e Ranocchia non è stata per nulla affidabile, troppe le incertezze. Lentissimo e fuori forma il Muro argentino, un po’ spaesato – forse perché non gioca da assai tempo – Andrea Ranocchia, ancora un lontano parente del giocatore ammirato nei primi mesi del 2011.

I trentaquattro anni del caro Walter cominciano a farsi sentire, tenendo conto, poi, che nel reparto non ci sono elementi affidabili dal punto di vista della continuità fisica, e sotto l’aspetto del rendimento. Chivu – tra l’altro già fuori per circa tre settimane – è da anni alle prese con malanni di ogni genere, Ranocchia è un grossissimo punto interrogativo, mentre il valore di Silvestre è tutto da verificare a certi livelli. Soprattutto in uno stadio, come è quello di San Siro, molto esigente. La difesa è da ricostuire, questo non lo diciamo oggi, ma è un problema noto e rilevato già nella scorsa stagione. Serviva e servirebbe un centrale di buon spessore, pronto fin da subito a giocare da titolare. Una ‘guida’ per tutto il reparto, un leader. A Samuel non si possono chiedere miracoli, ancora una volta.

 

Raffaele Amato