Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Inter con un solo attaccante? Walter Mazzarri non ha colpe

Inter con un solo attaccante? Walter Mazzarri non ha colpe

Diego Milito (Getty Images)
Diego Milito (Getty Images)

INTER MAZZARRI / MILANO – Tifosi e non, esperti di questo e di quello. In coro, quasi unanime: “Mazzarri deve giocare con due punte“. A bocce ferme, potremmo dar loro ragione. A bocce ferme. Ma guardando la rosa dell’Inter, che finora ha segnato più di tutte in Serie A (30 reti), e buttando un occhio all’infermeria, l’allenatore nerazzurro non ha potuto e non può fare altrimenti. Una (mezza) punta, per forza. Il parco attaccanti è così composto e così falcidiato: Icardi, mai al cento per cento e ora in recupero dopo l’operazione all’ernia; Milito, un rebus enorme quanto una casa, ai box per uno stiramento, e che forse rientrerà nel prossimo derby del 22 dicembre; Belfodil, che non è un centravanti e finora ha convinto solo a tratti (quando ha voglia). Quindi, tolti i tre, non (gli) resta che Rodrigo Palacio. Per fortuna, potremmo aggiungere. L’argentino fa reparto da solo, è evoluto tatticamente e vede la porta come un bomber vero (9 gol in stagione). Ovvio che non basta. Altrettanto ovvio che a gennaio servirà rafforzare il reparto offensivo, dando al tecnico un valore aggiunto di esperienza e capacità per puntare con più convinzione all’agognato terzo posto. A meno che Milito (“Con lui avremo più punti”, ha detto Mazzarri, al quale si potrebbe consigliare di utilizzare Alvarez più vicino alla porta e non nella linea di centrocampo) non ritorni il vero Milito, a partire dell’anno nuovo. Cosa a cui è difficile credere, tenendo a mente età e curriculum ‘infortunistico’ dell’argentino.

Raffaele Amato