Guinness Cup, Real Madrid-Inter 3-4: Icardi manda al tappeto i campioni d’Europa

0
37
inter.it
inter.it

REAL MADRID-INTER / BERKELEY (USA) – Non si giocava una gara ufficiale dalla stagione 98/99 ma l’ultimo precedente amichevole risale proprio all’anno scorso quando si impose il Real a ‘Saint Louis’.

LA CRONACA – Come riportato da ‘Inter.it’, dal fischio di inizio ci sono voluti tre minuti per Gareth Bale per far vedere tutte le sue qualità e creare una prima occasione per il Real Madrid colpendo la traversa e dieci minuti per segnare la prima rete della gara con una rasoiata precisa che si è infilata all’angolo alla sinistra di Handanovic.

La reazione dell’Inter è arrivata solo grazie ad un’azione che ha portato Jonathan a sfiorare il pareggio con un colpo di testa. Una prima frazione di gioco in cui il predominio è stato del Real Madrid, con i nerazzurri che hanno però chiuso in crescita trovando con Botta e Obi, in un paio di occasioni, i tempi della ripartenza.

Conclusioni però non sufficientemente precise per mettere in difficoltà Diego Lopez. Il secondo tempo è iniziato con la stessa Inter e il Real senza Bale, al suo posto  il giovane De Tomas. I primi cambi per Mazzarri sono stati M’Vila per Kuzmanovic, Carrizo per Handanovic e Andreolli per Ranocchia. Con la fascia che è passata sul braccio di Jesus. Prima grande occasione per M’Vila che da fuori, ha cercato l’incrocio trovando Jesus, entrato al posto di Lopez, bravissimo a ribattere in angolo.

E’ il minuto 63 e dal corner l’Inter si rende pericolosa nuovamente con Vidic che, subisce fallo netto in area. È calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Mauro Icardi colpo sotto e Jesus spiazzato uno a uno. A questo punto è l’Inter che controlla la gara fino a sfiorare nuovamente il vantaggio.

Succede al minuto 67 quando il portiere del Real compie un vero e proprio miracolo su Vidic prima e Andreolli poi. Dopo questa occasione, la partita si trascina fino al 90° con le due squadre incapaci di trovare la zampata del goal vittoria. Per l’Inter a questo punto in campo anche Laxalt, Krhin, Nagatomo e Bonazzoli.

 

I RIGORI – Finisce uno a uno con le due squadre pronte a calciare i penalties e il foltissimo pubblico locale ad applaudire le due contendenti. È subito grande parata di Carrizo su Isco, segnano Vidic e De Tomas, sbaglia Nagatomo. Goal di Vazquez, palo di M’Vila, ancora Carrizo protagonista su Illaramendi. Gol di Jesus, errore di Mascarell e Icardi chiude il conto con un’altro rigore perfetto e l’Inter batte il Real Madrid. Due punti all’Inter, uno al Real, prossimo appuntamento a Washington martedì prossimo alla una di notte ora italiana contro il Manchester United. 

Stefano Vimercati