Ultimatum a Mazzarri: due candidati per traghettare l’Inter fino a giugno

0
10
Leonardo
Leonardo

CALCIOMERCATO INTER / MILANO – Derby o, al massimo, la sfida con la Roma. Il futuro di Mazzarri si deciderà dopo la sosta. Prima il Milan, poi i giallorossi. Due gare in cui il tecnico nerazzurro dovrà provare a rinsaldare la sua panchina. Vivere o morire, centottanta minuti, forse anche meno. Thohir è stato chiaro: vuole risposte immediate, un rilancio deciso in grado di superare la negatività e l’astio di quasi tutti gli interisti, ormai schieratisi contro Mazzarri e la squadra. In caso di ulteriori passi falsi, il presidente nerazzurro – come scrivono i quotidiani sportivi italiani – passerà alle maniere forti, ovvero all’esonero, finora evitato anche, o soprattutto, per questioni economiche, visto che il contratto del mister di San Vincenzo – rinnovato lo scorso luglio fino al 2016 – raggiunge i 3,3 milioni netti. Tanti, oggi troppi. L’eventuale successore di Mazzarri, di fatto un ‘traghettatore’, potrebbe essere Leonardo (stimato da Moratti, che ieri si è incontrato con l’indonesiano), oppure, più verosimilmente (perché non costringerebbe ad altri esborsi economici) Stefano Vecchi, allenatore della Primavera nerazzurra. A giugno, poi, prenderebbe vita il nuovo corso. Thohir ‘sogna’ Frank de Boer dell’Ajax (che piace perché sa lavorare coi giovani) ma tiene d’occhio anche Roberto Martinez dell’Everton. Ausilio, invece, spinge per Sinisa Mihjalovic, col quale ci sono già stati dei contatti tra la primavera scorsa e qualche settimana fa.

R.A.