Inter-Wolfsburg 1-2, altro che rimonta! Nerazzurri fuori dall’Europa League

0
222
Inter-Wolfsburg 1-1, il gol di Caligiuri
Inter-Wolfsburg 1-1, il gol di Caligiuri

INTER-WOLFSBURG 1-2 / MILANO – Nessuna rimonta. Le luci di ‘San Siro’ sono tutte per il Wolfsburg, che vince a mani basse e con una buona dose di fortuna contro un’Inter confusionaria e sprecona, punita anche stasera dai soliti limiti tecnici e tattici che ormai solo un mercato estivo potrà davvero correggere. Al 23′ Caligiuri spegne le speranze, riaccese solo un po’ da Palacio (71′) quando ormai la qualificazione era già compromessa. Nel finale l’1-2 di Bendtner che però vale solo per il tabellino. I nerazzurri, tra i fischi, dicono addio all’Europa League.

LA PARTITA – Il paratone di Benaglio, che poi dirà no anche a Guarin, sulla conclusione ravvicinata di Icardi, è quella che lancia un segnale chiaro all’Inter, schierata da Mancini col 4-2-3-1 (con Palacio e Icardi a scambiarsi di ruolo, ed Hernanes-Kovacic sugli esterni) in fase offensiva che poi diventa 4-4-2 in fase difensiva: non è la serata giusta per la rimonta. Serata che si chiude al 23′, quando il Wolfsburg – più bravo nel gestire la partita e attaccare in modo diretto e deciso gli spazi – trova il gol dopo aver sbagliato due facili occasioni: anche stavolta, come in Germania una settimana fa, i nerazzurri pagano l’errore di un singolo (Carrizo alla ‘Volkswagen Arena’, Juan Jesus al ‘Meazza’), questo però figlio di una staticità e di un mal posizionamento generale della squadra, che subisce da schierata ma in modo passivo l’azione rapida e vincente dei tedeschi, in vantaggio con l’onnipresente Caligiuri, più forti veloci ed esperti e sicuramente anche più fortunati.

Nel secondo tempo Mancini si ravvede (per l’ennesima volta!), passa al modulo di campionato (il 4-3-1-2) togliendo le catene a Kovacic (ma che uscirà subito, e zoppicante, per far posto a Kuzmanovic) ed Hernanes, finalmente trequartista. L’Inter però fatica a costruire ed è sprecona, almeno fino al 71′ quando un Palacio generoso, servito dal ‘Profeta’, fa 1-1. Ma è troppo tardi per l’impresa, non entra nemmeno Shaqiri e allo scadere i tedeschi tornano davanti con l’impalpabile ex Juve Bendtner. Finisce con una sconfitta il cammino dei nerazzurri in Europa League, il sogno-Champions. Probabilmente tutta una (disastrosa) stagione.

INTER-WOLFSBURG 1-2
23′ Caligiuri (W), 71′ Palacio (I), 89′ Bendtner (W)

INTER (4-2-3-1): Carrizo; Campagnaro (67′ D’Ambrosio), Ranocchia, Juan Jesus, Santon; Guarin, Medel; Hernanes, Kovacic (55′ Kuzmanovic), Palacio; Icardi. A disp.: Handanovic, Vidic, Obi, Shaqiri, Puscas. All.: Mancini.

WOLFSBURG (4-2-3-1): Benaglio; Trasch, Klose, Knoche, Rodriguez; Guliavogui, Luiz Gustavo; Vieirinha (84′ Arnold), De Bruyne, Caligiuri (73′ Perisic); Dost (63′ Bendtner). A disp.: Grun, Schafer, Jung, Schurrle. All.: Hecking.

ARBITRO: Clattenburg (ING)
NOTE – ammoniti: 83′ De Bruyne, 86′ Arnold (W); 86′ Medel (I)

Raffaele Amato