Ventura attacca ancora l’Inter: “Poca qualità? Mi viene da ridere. E Mourinho non insegna…”

0
22
Giampiero Ventura
Giampiero Ventura

INTER VENTURA / TORINO – Sembra affetto da un grave morbo che lo costringe a guardare in casa dell’Inter, Giampiero Ventura. Il tecnico del Torino non si è soltanto soffermato sulla squadra nerazzurra di quest’anno, ma si è spinto più in là, andando addirittura ad attaccare José Mourinho. “Che cos’è un allenatore di calcio, la persona che ti dà la salvezza o quella che produce milioni di euro? Per Boskov era semplicemente un accompagnatore ben pagato, ognuno può pensarla come crede”, esordisce il tecnico genovese ai microfoni de ‘L’Avvenire’. Poi il delirio: “Ancelotti in una squadra di mezza classifica farebbe fatica a salvarsi. E Mourinho? Si è mai vista una partita di Mourinho che abbia divertito? Credo di no, eppure non significa che Mourinho è un incapace. Vuole solo dire che ci sono insegnanti di calcio molto più bravi di lui”.
Per inciso, Ancelotti al suo primo anno condusse la Reggiana ad un’insperata promozione in Serie A, per poi portare il Parma al secondo posto a soli due punti dalla Juventus capolista. Altro che faticare a salvarsi. E José Mourinho – del quale obiettivamente si ricordano partite divertenti e anche ricche di gol, sia all’Inter che all’estero – fece anche di meglio, portando la sconosciuta Uniao Leiria prima al quinto posto e poi addirittura al terzo posto nel dicembre 2001: exploit che gli valse la chiamata del Porto a metà stagione, chiamata che lo ‘Special One’ accettò andando poi a vincere la Champions League con i ‘Dragoes’ nel 2004 (da sottolineare come il Porto, in Champions League, possa senz’altro essere considerato una squadra di mezza classifica). Senza di lui, l’Uniao Leiria si classificò settima al termine della stagione 2001-02.
Davvero Ancelotti farebbe fatica a salvarsi in una squadra di mezza classifica? Oppure la realtà è che, a differenza dello stesso Ventura, altri allenatori non militano in squadre di mezza classifica per loro scelta anziché per incapacità? E non si riesce a capire il perché di queste parole – evidentemente poco accurate, oltre che poco umili – da parte di Ventura, che nella scorsa stagione ha raggiunto l’Europa League soltanto per l’esclusione d’ufficio del Parma.

Ma non finisce qui: il tecnico del Torino, come spesso accade, si sofferma anche sull’Inter di questa stagione. “Quando sento dire che Milan e Inter non hanno qualità rimango senza parole. Qualcuno dice che Mancini e Inzaghi hanno pure sbagliato qualcosa, ma con la rosa che avevano a loro disposizione non potevano fare molto di più. Hanno detto lo stesso del mio Torino. Quando l’ho sentito mi è venuto da ridere”, queste le parole del tecnico ligure.

A.C.