Ljajic: “Inter del Triplete esempio da seguire. Futuro? Mi piacerebbe…”

0
57
Adem Ljajic festeggia coi suoi compagni dell'Inter
Adem Ljajic festeggia coi suoi compagni dell’Inter

CALCIOMERCATO INTER LJAJIC / MILANO – Adem Ljajic sta vivendo un eccellente momento, il merito è soprattutto di Mancini: “Il mister mi ha migliorato nell’atteggiamento in campo, nel dare di più per la squadra. Parla con tutti, infonde positività nei giocatori e sa motivarti come pochi altri. Ha dimostrato di saper dare una chance proprio a tutti. Così facendo però ci tiene sulla corda anche perché non sai mai cosa lui possa decidere: è capitato che giocasse chi non se lo aspettava proprio. Per noi attaccanti è importante averlo come allenatore. per primo capisce le mie e le nostre esigenze, il problema è che se non facciamo le cose per bene, ci mette niente ad accorgersene. L’Inter del Triplete è l’esempio da seguire? Quella squadra dove tutti correvano e tutti difendevano deve essere un esempio. Se si sacrificavano Eto’o e Pandev, non vedo perché non potrei farlo io… – sottolinea il serbo a ‘Tuttosport’ prima di parlare della sfida col Napoli -. Sono una grande squadra, hanno l’attaccante più forte del campionato (Higuain, ndr) e Sarri ha messo a posto le cose in difesa. Gioca molto bene e sa come metterti in difficoltà ma sappiamo anche noi di essere forti e sono convinto che andremo là a giocarcela alla pari. Futuro? Mi piacerebbe che l’Inter riscattasse il mio cartellino (secondo accordi con la Roma servono 11 milioni, ndr) ma dico la verità, oggi non lo vedo come una preoccupazione: voglio solo giocare. A fine campionato, poi, discuteremo di tutto”, conclude Ljajic.

R.A.