Inter-Sassuolo 0-1, le pagelle: Ljajic opaco, Kondogbia troppo timido

0
112
Inter in posa (Getty Images)
Inter in posa (Getty Images)

INTER-SASSUOLO 0-1 PAGELLE / MILANO – L’Inter esce sconfitta in modo surreale da ‘San Siro’. A spuntarla è il Sassuolo che, dopo aver subito per gran parte della gara, beneficia di un calcio di rigore al 95′: Berardi batte Handanovic, finisce 0-1.

INTER

Handanovic 7 Intervento strepitoso al 21′ su Missiroli, nel finale si ripete su Floro Flores lasciato colpevolmente solo dalla difesa. Chiedergli di parare anche il rigore sarebbe troppo.
D’Ambrosio 6,5 Mancini lo schiera nel ruolo di terzino sinistro, lui ripaga con una prestazione attenta ed equilibrata. Annulla Berardi (prendendosi anche una manata in faccia) e spesso riesce a proporsi in avanti, mettendo in mezzo anche qualche pallone interessante.
Miranda 6,5 Prestazione attenta, l’arbitro inventa qualche fallo ma nel complesso il brasiliano riesce a uscire vittorioso dallo scontro con Falcinelli. Nel finale causa il rigore che costa ai nerazzurri la sconfitta.
Murillo 6 In avvio non brilla, poi si impone sugli avversari facendo valere la sua forza fisica. Sull’occasione del rigore ha però qualche colpa, non chiudendo a dovere su Defrel che poi viene steso da Miranda.
Nagatomo 5 Sulla sua corsia non incide come dovrebbe e potrebbe, spesso commette ingenuità disastrose. Come quella sul calcio d’angolo nel finale, quando restituisce la palla a Ljajic in chiaro fuorigioco. Da un suo rilancio sballato nasce il rigore per il Sassuolo.
Brozovic 6,5 Primo tempo al di sotto delle aspettative, nella ripresa viene fuori sbrogliando qualche situazione pericolosa e supportando a dovere l’azione offensiva. Per i compagni è un punto d’appoggio insostituibile, anche sulla mediana. Quando calcia dalla distanza non incide.
Medel 6 In avvio lancia Icardi con un pallone millimetrico, poi si assesta sulla mediana in fase di copertura. Nell’impostazione però non è sempre preciso.
> dal 90′ Guarin sv
Kondogbia 5 Molto utile dal punto di vista fisico, al netto di qualche leggerezza. Nel complesso però sembra troppo timido, impacciato, ed è un atteggiamento che diventa esasperato quando calano anche le energie. Non è un’eresia dire che oggi andava sostituito molto prima.
> dall’86’ Jovetic sv
Perisic 6 Si vede poco davanti, ma la sua abnegazione in fase difensiva è incredibile. Per tutto il primo tempo lotta su tutta la fascia col connazionale Vrsaljko, e anche nella ripresa si mette in mostra con un recupero prodigioso che gli frutta anche l’ovazione di ‘San Siro’. Perché sostituirlo a metà partita?
> dal 64′ Palacio 5,5 Il suo ingresso toglie rapidità alla manovra nerazzurra, e la squadra cala vistosamente fino alla reazione nervosa nel finale. L’argentino sbaglia anche una palla facile da pochi metri (azione ferma per fuorigioco, ma tant’è…).
Icardi 5,5 Si divora un’occasione clamorosa nei primi minuti. Sullo 0-0 non è facile e il capitano lotta per aprire spazi ai compagni, nella ripresa invece non calcia mai verso la porta. Oggi gli è mancato l’istinto del killer.
Ljajic  Sulla sua valutazione pesano le occasioni clamorose divorate in avvio di partita e quella nel finale. In altre tre occasioni prova la conclusione verso la porta, vedendosi dire di no da un superlativo Consigli. Sul piano fisico è il più attivo, ma oggi gli mancano lucidità e fortuna.

Mancini 5,5 Propone la stessa formazione che aveva sconfitto l’Empoli, ma il risultato questa volta non paga. La sua squadra fa la partita e colleziona occasioni importanti senza sfruttarle, il tecnico però non sembra gestire al meglio i cambi: Jovetic viene inserito tardivamente, dopo aver visto Palacio entrare 20′ prima (perché l’argentino e non l’ex City, o non Biabiany?). Anche la fiducia in Kondogbia e Nagatomo oggi non viene ripagata.

 

SASSUOLO 

Consigli 7 Para tutto.
Vrsaljko 6,5 Inesauribile, bella sfida con Perisic.
Cannavaro 6 Prestazione attenta.
Acerbi 6 Tiene bene su Icardi.
Peluso 6 Sufficiente al netto di qualche errore.
Missiroli 6 Sempre nel vivo del gioco.
Magnanelli 6 Prestazione di sostanza.
Duncan 6,5 Molto bene in entrambe le fasi.
Berardi 6 Andava espulso in avvio (manata ingenua), segna nel finale.
Falcinelli 6,5 Crea qualche grattacapo a Miranda.
Sansone 6 Qualche squillo su punizione.
> dall’81’ Floro Flores sv

Di Francesco 6 Il Sassuolo ha il merito di essere inesauribile: riesce a tenere il pareggio nonostante la superiorità dell’Inter (i nerazzurri creano più occasioni e nel finale schiacciano gli avversari nella loro area), giocando con coraggio e cuore, e nel finale trova l’episodio favorevole che permette ai suoi di portare a casa l’intera posta in palio.

Arbitro Doveri e assistenti 5 Prova in tutti i modi a far segnare il Sassuolo su punizione, regalandone parecchie al Sassuolo (ma che fallo è il terzo di Miranda?). Al 32′ Peluso non viene ammonito per un fallo netto in scivolata su Kondogbia: sarebbe giallo ma, evidentemente, l’arbitro ha di meglio da guardare. Pochi secondi dopo, però, si riprende in tempo per ammonire Murillo. Assurdo che non ci siano stati provvedimenti per la manata di Berardi su D’Ambrosio, ma soprattutto per quella di Vrsaljko su Perisic (dove sono quelli che, all’espulsione di Motta con il Barcellona, dicevano che quando c’è la manata dev’esserci il rosso?). Almeno il rigore è sacrosanto.