Inter, cosa serve per arrivare ai livelli della Juventus

0
206
Inter, come recuperare terreno dalla Juventus ©Getty Images
Juventus Campione d’Italia per il quinto anno consecutivo ©Getty Images

INTER JUVENTUS / MILANO – Il ko del Napoli all’Olimpico ha definitivamente spento le speranze (già sotto al minimo) Champions dell’Inter e consegnato il quinto Scudetto consecutivo alla Juventus. Che almeno per ora è irraggiungibile e che – secondo noi – non avrà grandissime difficoltà a vincere il sesto e probabilmente anche il settimo. Non ci sono speranze per l’Inter? Sì, ma sono poche. Per recuperare terreno dai bianconeri serve anzitutto del tempo, a patto che il tempo non venga sprecato. Poi: una proprietà forte, cosa che l’Inter – ma anche Roma e Milan. Il Napoli ce l’ha ma manca di struttura dirigenziale – non ha. Di conseguenza un budget per il mercato assai corposo, altrimenti i “due campioni” chiesti da Mancini non si possono prendere. Se gli azionisti di maggioranza di Inter, Milan e Roma resteranno gli stessi, il divario dalla Juve aumenterà di sicuro. Come detto prima a proposito del Napoli, una struttura dirigenziale lungimirante e autorevole: all’Inter serve un direttore generale di un certo peso e un direttore sportivo in grado di far valere le proprie competenze e le proprie valutazioni, specie per quanto riguarda la scelta dell’allenatore. Ausilio sicuramente conosce il calcio e i giocatori, però finora ha dimostrato di non avere grande peso nelle decisioni tecniche (Mancini, lo sappiamo, non lo ha voluto lui…). Infine, connesso al budget, i campioni. Per questa Inter due potrebbero bastare. Il problema è che i campioni sono pochi e difficili se non difficilissimi da prendere se i soldi, come è il caso non solo dei nerazzurri, scarseggiano. Ecco perché vediamo la Juve – che nel mercato estivo potrà spendere senz’altro di più della concorrenza italiana – ancora trionfante per i prossimi anni.

Raffaele Amato