Suarez: “Inter senza identità. Thohir doveva fare sfracelli, ma…”

0
21
Suarez (Getty Images)
Suarez (Getty Images)

INTER JUVENTUS SUAREZ / MILANO – Suarez duro contro Thohir. Lo storico ex calciatore nerazzurro, protagonista assoluto nella Grande Inter degli anni Sessanta, è intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘Tempi Supplementari’ per una lunga intervista. Queste le sue parole: “All’Inter due anni fa è arrivata una persona nuova, sembrava che dovesse fare sfracelli e invece dopo poco tempo sta già chiedendo aiuto. Si sta perdendo tanta di quella identità italiana che si riflette anche nella squadra, io non mi ci riconosco più e mi dispiace. L’Inter e il Milan avrebbero bisogno di persone di grande carisma. Andare a finire nelle mani di persone che non si sa neppure perché vengono ad acquistare queste società, purtroppo, non è una soluzione”.

Suarez su Calciopoli: “Non avrei preso lo Scudetto 2006”

Poi, ‘Luisito’ si sofferma anche sugli sviluppi di Calciopoli e sulla Juventus attuale: “Sinceramente, io lo Scudetto del 2006 non lo avrei preso. Casomai lo togli alla Juventus, quello sì, ma non lo puoi consegnare all’Inter che è arrivata terza, secondo me sarebbe stato meglio non assegnarlo. Le parole di Maradona contro la Juve? Ha esagerato, secondo me. Non si può vincere per 5 anni di seguito perché hai il palazzo dalla tua parte, le partite bisogna comunque vincerle sul campo. Che poi venga favorita in qualche circostanza è vero, ma ci sono altre squadre che vengono favorite eppure non vincono. I bianconeri hanno un presidente con personalità, un direttore generale e un allenatore, ognuno con le proprie competenze, come si faceva un tempo. Stanno andando avanti alla grande e andranno avanti ancora per anni, perché le altre squadre sono troppo indietro”.

A.C.