Brehme: “L’Inter mi è entrata nel cuore. C’era un gruppo straordinario e…”

0
261
Brehme, all’Inter dal 1988 al 1992 (Getty Images)

INTER NEWS / MILANO – Brehme ricorda l’Inter. Il terzino tedesco, storico protagonista dello Scudetto dei Record vinto dai nerazzurri nel 1989, ha concesso un’intervista a ‘Inter Channel’ per rivangare il suo passato a Milano. Una storia cominciata nel 1988, all’inizio di quella magnifica stagione, dopo due anni in cui Brehme non era riuscito a mostrare le sue qualità al Bayern Monaco. Il lavoro di Trapattoni, che spostò il tedesco sulla fascia sinistra, fu determinante per la carriera del giocatore: “L’anno in cui sono arrivato a Milano c’era Trapattoni, il migliore allenatore che potessi avere. Nella sua carriera ha vinto quasi tutto e io sono stato anche il suo secondo a Stoccarda. Poi c’erano dei giocatori straordinari, un gruppo eccezionale con giocatori della Nazionale, Berti, Bianchi, c’eravamo io e Lothar (Matthaeus, anche lui appena sbarcato all’Inter dal Bayern Monaco, ndr). Sono stato quattro anni all’Inter, ed è un club che mi è entrato nel cuore. Non vincevamo lo Scudetto da dieci anni, ma quella stagione fu incredibile, giocammo in modo perfetto”.

A.C.