Rivas: “Giocare con le stelle dell’Inter rendeva tutto facile. A darmi il benvenuto fu…”

0
126
Rivas
Rivas ai tempi dell’Inter (Getty Images)

INTER NEWS / Rivas, all’Inter, è stato solo una comparsa. Arrivato nel 2007 dal River Plate, il difensore colombiano rimase in nerazzurro per due anni collezionando 28 presenze complessive, poi, dopo un anno di prestito al Livorno durante la stagione del Triplete, tornò a Milano nella rosa 2010-11 venendo impiegato soltanto in un match di Coppa Italia. Tanto che a gennaio 2011 andò al Dnipro in prestito, mentre a giugno dello stesso anno il suo contratto venne risolto consensualmente.

Rivas: “Figo venne da me in hotel e mi disse…”

Eppure, ‘Tyson’ – come era soprannominato per via della stazza fisica e della somiglianza con il noto pugile – dimostra di serbare ancora buoni ricordi della sua esperienza in nerazzurro. Queste, infatti, le dichiarazioni che Rivas ha rilasciato a ‘El Tiempo’: “Già il benvenuto fu molto speciale. Ricordo che quando arrivai in hotel, ad attendermi c’era Luis Figo, non uno qualunque. Mi ricevette lui, dicendomi: “Benvenuto, Nelson, questa è una famiglia e tu per noi sei un fratello in più. Sei dentro questa avventura”. Ovviamente messo in secondo piano rispetto ai grandi difensori dell’Inter di quel periodo (da Samuel a Cordoba, passando per Materazzi e Chivu), il colombiano non si fece troppi problemi: “Giocare con le stelle dell’Inter rendeva tutto più facile, poi in Italia si respira calcio 24 ore su 24, i tifosi riescono sempre a farsi sentire. Per fortuna io avevo molta fiducia in me stesso”. Per finire, l’ex nerazzurro ha ricordato un complimento che Moratti gli fece personalmente al termine della prima partita giocata da titolare: “Mi disse che non aveva sbagliato a puntare su di me“.

A.C.