Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Juventus-Inter, scintille a distanza tra Moriero e Tacchinardi

Juventus-Inter, scintille a distanza tra Moriero e Tacchinardi

Juventus-Inter, parlano gli ex bianconeri e nerazzurri

Juventus-Inter, Iuliano contro Ronaldo (Getty Images)

Juventus-Inter è il derby d’Italia. La partita più sentita della Serie A con tante polemiche. Ecco il parere degli ex Moriero, Tacchinardi e Bordon.

Due ore al calcio d’inizio di Juventus-Inter. I tifosi di tutto il mondo sono in trepidante attesa del derby d’Italia, nella speranza che non si debba finire con il parlare dell’arbitro come troppo spesso è capitato in passato. Lo scandalo più grosso fu quello del 1998 ed il rigore negato da Ceccarini per il fallo di Iuliano su Ronaldo: “Tutto il mondo ha visto che quello era il calcio di rigore, poi lui era l’arbitro e ha deciso di non fischiarlo. Mi viene da ridere quando gli sento dire che non c’era – ha dichiarato Francesco Moriero in una intervista a ‘calciomercato.it’ – Ognuno di calcio può dire quello che vuole, ma cosa c’è da negare: anche un bambino direbbe che era rigore! La palla ce l’aveva Ronaldo e andava in porta. Noi facciamo parte di un calcio diverso, accettiamo anche questi episodi: è andata come è andata, però quello era rigore tutta la vita“. Per le altre news sull’Inter CLICCA QUI.

Juventus-Inter, Tacchinardi difende Ceccarini. Bordon ‘chiama’ Perisic

Pronta la risposta juventina, affidata ad Alessio Tacchinardi che ai microfoni di ‘sportnews.eu’ dichiara: “Secondo me il rigore non c’era e non sarebbe stato assegnato nemmeno con il Var. Ronaldo era velocissimo, Iuliano era fermo e non poteva certo sparire. E vincemmo lo scudetto perchè lo meritammo, altro che rubato”. Tornando al presente, l’ex portiere interista Ivano Bordon ha parlato così a ‘newnotizie.it’: “Icardi è sempre in agguato e sa far male a qualunque squadra, ma io spero che un ottimo giocatore come Perisic questa sera possa fare la differenza dopo qualche prestazione negativa. Politano può essere la sorpresa, è un giocatore molto sottovalutato. Handanovic poi è incredibile, ha una grande esperienza ed è uno dei migliori al mondo nel suo ruolo”.