Home Pagelle - I voti degli esperti Coppa Italia, Inter-Lazio 4-5 dcr: Lautaro-Nainggolan flop, ko pesante per Spalletti

Coppa Italia, Inter-Lazio 4-5 dcr: Lautaro-Nainggolan flop, ko pesante per Spalletti

Inter-Lazio: cronaca, tabellino, top e flop

Coppa Italia Inter Lazio
Inter-Lazio 0-1 (Getty Images)

Coppa Italia, è terminata la sfida valevole per i quarti di finale tra Inter e Lazio. Ecco cronaca, tabellino e pagelle.

Crisi Inter. Dopo il ko col Torino i nerazzurri si fanno superare anche dalla Lazio ai calci di rigore dicendo addio alla Coppa Italia, uno degli obiettivi stagionali. Sconfitta pesante per il presente dell’Inter ma soprattutto per il futuro di Luciano Spalletti. Primo tempo soporifero da parte dell’Inter. Qualche calciatore corricchia, quasi cammina e mancano le idee oltre che una certa carica agonistica per far male a una Lazio ben messa in campo ma che ci crede poco e giochicchia davanti sprecando diversi contropiedi. Al termine di un’azione manovrata, invece, ci mette la pezza Handanovic respingendo il tiro ravvicinato di Immobile. Nel secondo tempo l’Inter è decisamente più viva, ma continua a mancarle qualità nelle giocate d’attacco. Candreva si divora da due passi il vantaggio dopo la respinta errata di Strakosha del tiro di Joao Mario.

La Lazio viene messa sotto ma resiste e prima del novantesimo ha in contropiede anche una grossa chance per segnare che spreca Caicedo anche se sul suo tiro ravvicinato Handanovic compie un super intervento. Un’occasione gigantesca ce l’ha pure l’Inter qualche minuto dopo pure Lautaro, ma anche lui se la divora calciando incredibilmente alle stelle. Si va così ai supplementari, l’Inter continua a premere senza trovare la giocata vincente mentre la Lazio prosegue sulla strada del contropiede. Icardi protesta per una spinta forse da rigore di Milinkovic-Savic, ma Abisso lascia correre. Squadre stanchissime, nel secondo tempo Spalletti fa debuttare Soares lanciando Nainggolan ma a passare sono i biancocelesti con un’azione combinata Caicedo-Immobile che conclude in rete proprio il bomber italiano complice pure la deviazione di D’Ambrosio. La reazione dell’Inter non produce nulla, almeno fino allo scadere quando Milinkovic-Savic commette un ingenuo fallo in area di rigore su D’Ambrosio. Abisso prima dà la punizione dal limite, poi dopo il consulto con l’addetto al Var opta per il rigore che trasforma Mauro Icardi. Si va ai rigori dove, in negativo, sono decisivi gli errori di Lautaro e Nainggolan.

Per le altre news sull’Inter CLICCA QUI.

Pagelle e tabellino di Inter-Lazio

TOP

Icardi – Spento e quasi mai in partita. Insomma un lontanissimo parente del calciatore ammirato ad autunno, ma per segnare un rigore allo scadere dei supplementari – e poi un altro, col cucchiaio, alla sfida finale dagli undici metri – ci vogliono coraggio e personalità. Qualità che lui ha dimostrato di avere.

Handanovic – La parata allo scadere su Caicedo è da grande portiere, non può far nulla sul gol di Immobile.

FLOP

Gagliardini – Confusionario e inconcludente, non a caso Spalletti lo toglie all’intervallo per far spazio a Vecino.

Lautaro – Subentra a dieci minuti dal termine dando subito un po’ di spinta all’attacco, poi però alla fine dei tempi regolamentari sciupa davanti la porta una grandissima occasione da gol e sbaglia uno dei due rigori che dà il pass alla Lazio per le semifinali.

Nainggolan – Entra a gara in corso ma nessuno se ne accorge, almeno fino ai calci di rigore. Il suo, sbagliato nel peggior modo possibile, è decisivo per l’eliminazione dell’Inter dalla Coppa Italia

Inter-Lazio 4-5 d.c.r.
108′ Immobile, 122′ rig.Icardi
Rigori: Brozovic (I) gol, Immobile (L) gol, Lautaro Martinez (I) parato, Durmisi (L) parato, Icardi (I) gol, Parolo (L) gol, Cedric (I) gol, Acerbi (L) gol, Nainggolan (I) parato, Lucas (L) gol

INTER (4-3-3): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini (46′ Vecino), Brozovic, Joao Mario (80′ Lautaro); Politano (106′ Soares), Icardi, Candreva (106′ Nainggolan). All. Spalletti

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace (69′ Bastos), Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto (100′ Parolo), Lulic (79′ Durmisi); Correa (87′ Caicedo); Immobile. All. Inzaghi

ARBITRO: Abisso di Palermo

NOTE – Ammoniti: Gagliardini, Wallace, Radu, Vecino, Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Asamoah. Espulsi: Simone Inzaghi e Radu