Home Pagelle - I voti degli esperti Europa League, Rapid-Inter 0-1: ancora Lautaro. Il ‘Toro’ non fa rimpiangere Icardi

Europa League, Rapid-Inter 0-1: ancora Lautaro. Il ‘Toro’ non fa rimpiangere Icardi

Rapid Vienna-Inter: cronaca, tabellino, top e flop

Rapid Vienna Inter Lautaro
Rapid Vienna-Inter 0-1, decide Lautaro su rigore (Getty Images)

Europa league, si è concluso il match d’andata dei sedicesimi tra Rapid Vienna e Inter. Ecco cronaca, tabellino e pagelle.

E’ vincente la prima Inter capitanata da Samir Handanovic. Mentre l’ex Icardi è sul divano di casa, i nerazzurri superano 1-0 il Rapid Vienna mettendo una seria ipoteca sulla qualificazione agli ottavi di Europa League. Dominio Inter nel primo tempo. I nerazzurri sbagliano qualche passaggio di troppo negli ultimi venti metri, ecco perché la squadra austriaca dedita solo a difendersi resiste fino a pochi minuti dallo scadere. E’ Thurnwald a rovinare i piani di Kuhbauer: il terzino schierato esterno aggancia Lautaro in area e l’arbitro Stieler non può che decretare il rigore che trasforma lo stesso bomber argentino. Per lui secondo gol consecutivo e primo in Europa. Prima del recupero quasi si inventa da solo l’occasione per il raddoppio, ma davanti a sé trova un grande Strebinger che respinge la sua forte conclusione a tre passi dalla porta. Nel secondo tempo l’Inter è apatica, fa il compitino anziché cercare il raddoppio. Così i padroni di casa si spingono in avanti e con Knasmullner sfiorano il pari. Bravo Handanovic a non farsi sorprendere e a blindare un successo comunque importante considerato il momento a dir poco complicato. Ora la Sampdoria, in campionato, per fare il tris di vittorie consecutive. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

Pagelle e tabellino di Rapid Vienna-Inter

TOP

Lautaro – Non fa rimpiangere Icardi resistendo fino alla fine seppur un po’ acciaccatoe segnando di nuovo il gol decisivo. Il settimo stagionale e il primo in Europa. L’argentino è sveglio, scaltro e dà la sensazione di avere ampi margini di crescita. Ora serve che dia conferme in partite ben più impegnative di questa di stasera.

Soares – Uno dei pochissimi a puntare l’uomo, a cercare giocate non banali. L’impressione è che sia uno capace di dare sempre il massimo in ogni circostanza.

FLOP

Borja Valero – Tornava dopo un infortunio e forse non a caso gioca una partita poco lucida sbagliando anche le cose più semplici.

Perisic – Discreto primo tempo, il secondo invece sugli standard negativi che hanno contraddistinto finora la sua stagione. Apparso poi visibilmente nervoso e insofferente verso qualche compagno.

Rapid Vienna-Inter 0-1
38′ rig.Lautaro

RAPID VIENNA (4-2-3-1): Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli; Grahovac (64′ Knasmullner), Ljubicic; Thurnwald (52′ Schobesberger), Schwab, Ivan; Berisha. All. Kuhbauer

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Soares, De Vrij, Miranda, Asamoah; Vecino, Borja Valero; Politano (77′ Candreva), Nainggolan (81′ D’Ambrosio), Perisic; Lautaro. All. Spalletti

ARBITRO: Stieler (GER)

NOTE – Ammoniti: Sonnleitner, Hofmann, Berisha, Lautaro, Cedric, Potzmann, D’Ambrosio, Candreva.