Inter-Napoli: l’11 marzo il processo per gli scontri di via Novara

0
89

Inter-Napoli, l’11 marzo previsto il processo con tito abbreviato per i 6 ultras nerazzurri coinvolti negli scontri di via Novara

Inter Napoli scontri tifosi
Inter-Napoli, scontri tra tifosi nel pre-gara (Getty Images)

INTER-NAPOLI PROCESSO TIFOSI AGGIORNAMENTO/ Il processo per gli incidenti avvenuti il 26 dicembre in via Novara a Milano prima della sfida di campionato tra Inter e Napoli, sta arrivando alle fasi salienti. Il gup di Milano Carlo Ottone De Marchi, ha fissato per il prossimo 11 marzo l’udienza del giudizio con rito abbreviato che vede coinvolti i sei ultras arrestati, la cui accusa principale è di rissa aggravata. Durante quell’avvenimento, che non ha nulla a che vedere con il calcio, è morto il tifoso interista Daniele Belardinelli, investito da uno o due veicoli. Uno dei sei tifosi, Luca Da Ros, ha chiesto di patteggiare la pena ed è stato l’unico a fornire ai magistrati alcune informazioni utili per dipanare questa triste vicenda. La sua richiesta, presentata in data 5 febbraio 2019 dai pm di Milano Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri, coordinati dall’aggiunto Letizia Mannella, è stata accolta dal giudice dell’udienza preliminare. I tifosi che si troveranno ad essere giudicati in questa vicenda sono: Simone Tira, Francesco Baj, Marco Piovella, Alessandro Martinoli e Nino Ciccarelli. Per quanto riguarda Luca Da Ros, ha chiesto di patteggiare un anno e dieci mesi, quindi se venisse accolta tale richiesta potrebbe evitare il carcere. Cosa che comunque dovrebbe valere anche per gli altri imputati, visto che difficilmente la condanna dovrebbe superare i 5 anni di reclusione. Tra le persone che saranno parte offesa in questo processo figurano sia i parenti di Daniele Belardinelli, che tre tifosi partenopei che durante gli scontri vennero accoltellati.