Inter-Lazio, Spalletti: ”Icardi non convocato, Nainggolan si. Ranocchia e Vecino…”

0
244

 

Eintracht Inter conferenza Spalletti
Luciano Spalletti (Getty Images)

INTER-LAZIO, SPALLETTI – Vigilia di Inter-Lazio per Luciano Spalletti che non ritroverà Icardi per la decisiva sfida in ottica Champions. Queste le fasi salienti della conferenza stampa: ”La Lazio è allenata bene, Inzaghi è un ottimo allenatore e dovremo essere bravi a guadagnare campo nelle varie situazioni che si presenteranno. Icardi? Non è pronto per aiutare la squadra, Mauro si è allenato con il gruppo solo questa settimana, dobbiamo ancora reinserirlo al meglio, è tornato da un lungo periodo di inattività e ci sono diverse cose da dover valutare. Visto ciò che è successo in tutto questo periodo ritengo che non sia pronto per aiutare la squadra e per domani non è convocato. La sosta? In questa settimana non siamo stati molto fortunati, c’è da dire che abbiamo una rosa all’altezza della situazione e chiunque può sostituire i giocatori che attualmente sono indisponibili. Non so se giocherà Miranda o Ranocchia al posto di De Vrij, Ranocchia ha giocato poco ma è sempre stato al top negli allenamenti. Lo stop di Lautaro ci complica un po’ le cose ma abbiamo delle soluzioni e sono convinto che ci daranno delle possibilità che possono essere utili per conseguire l’obiettivo. Se andiamo a fare un’analisi di ciò che è successo sino a questo momento, a volte ci siamo complicati la vita in alcune partite, molto dipende da come ci arriviamo e da ciò che riusciremo a proporre dentro la partita stessa. Dunque, per quanto riguarda i prossimi impegni, dipende da noi, le partite sono tutte difficili, anche quella precedente lo era… Vecino? Lui ha fatto bene anche prima, certamente il gol nel derby ha avuto un risalto maggiore ma sono giocate che fanno parte del giocatore che è.”

Inter-Lazio, Spalletti in conferenza

”Calendario da rivedere a poche giornate dalla conclusione del campionato? Ci sono delle esigenze da parte delle federazioni, quello che diventa fondamentale è che i calciatori che vanno in nazionale siano aperti al dialogo col CT e con lo staff medico, ci deve essere collaborazione, perché il rischio infortuni è alto e avevamo detto ai nostri che essendoci delle problematiche di fondo avrebbero dovuto avvisare chi di dovere. E’ altrettanto vero che quando si va in nazionale ci si rende disponibili perché la voglia di farsi vedere è tanta. Nainggolan? Deve ritornare ad allenarsi con la squadra per rimettersi al passo ma è convocato per la sfida contro la Lazio. Cosa deve fare Icardi da qui a fine stagione? Dobbiamo parlare dei convocati… Futuro? Le rispondo che ci vedremo qui anche il prossimo anno se continuerà a venire alle conferenze stampa e per me sarà un bel vedere (sorride, ndr)…” ha concluso.