Home Pagelle - I voti degli esperti Serie A, Cagliari-Inter 1-2: Lukaku regala la vetta. Sensi decisivo

Serie A, Cagliari-Inter 1-2: Lukaku regala la vetta. Sensi decisivo

Cronaca, tabellino, top e flop della sfida Cagliari-Inter andata in scena alla Sardegna Arena e valevole per la seconda giornata del campionato di Serie A

cagliari inter pagelle tabellino
Cagliari-Inter 1-2 (Getty Images)

L’Inter sconfigge il Cagliari raggiungendo Juventus e Torino in vetta alla classifica. Secondo successo nelle prime due giornate per i nerazzurri di Antonio Conte, un passo indietro sul piano del gioco rispetto però alla prima col Lecce. I nerazzurri partono forte prendendo subito possesso della metà campo avversaria. Poi sopraggiungono troppi errori e i padroni di casa mettono la testa fuori arrecando un po’ di disturbo. Nel momento non certo migliore arriva però il vantaggio: Sensi crossa col destro dalla sinistra in mezzo all’area, sul pallone vanno sia Cerri che Lautaro, il quale è l’ultimo a colpire spedendolo in porta. Maresca prima annulla poi lo dà per buono dopo l’ok silenzioso del Var. L’Inter accarezza subito dopo l’idea del raddoppio, ma alla squadra manca soprattutto ritmo e precisione nell’ultimo passaggio. La precisione non fa parte nemmeno del bagaglio di Cerri, che spreca malamente a fine primo tempo un’occasionissima per il pareggio. Che i rossoblù trovano all’inizio di un rabbioso secondo tempo con il colpo di testa di Joao Pedro. Per qualche minuto il Cagliari crede anche alla possibile vittoria, l’Inter soffre molto ma rimette la testa fuori. Un minuto dopo il debutto di Barella, Sensi imbeccato da Lukaku fa un gran numero in area e viene agganciato da Pisacane. E’ rigore netto che trasforma il belga. Dal momento del gol nerazzurri in totale controllo del match, Conte fa esordire anche Godin e alla fine si porta a casa i tre punti. Dopo la sosta per le Nazionali si comincerà a fare sul serio, con il trittico Udinese, Slavia Praga e derby col Milan.

Pagelle e tabellino Cagliari-Inter

TOP

SENSI – Tiene la luce accesa a metà campo praticamente da solo, vista la serata no di Brozovic. Avvia l’azione e la rifinisce, giocatore indispensabile e che sembra all’Inter da molti anni. Si conferma alla grande dopo la già ottima prova col Lecce

LAUTARO – Sblocca la gara in modo fortunoso, è vero che sbaglia tanti passaggi ma è sempre nel vivo dell’azione e fa un grandissimo lavoro per la squadra. Si cerca tanto con Lukaku, ma deve crescere l’intesa tra i due.

RANOCCHIA – Seconda da titolare, ancora una volta non fa rimpiangere de Vrij giocando con autorità e precisione negli interventi.

CLICCA QUI per le altre news sull’Inter

FLOP

BROZOVIC – Troppo nervoso, lento nel far girare la palle e spesso in ritardo nelle chiusure. Serata storta

CANDREVA – Fa solo il compitino, col Lecce lunedì scorso si è visto un giocatore più coraggioso nel puntare l’uomo. Non a caso l’Inter è mancata stasera in ampiezza.

Cagliari-Inter 1-2
26′ Lautaro, 49′ Joao Pedro, 71′ Lukaku

CAGLIARI (3-5-2): Olsen; Pisacane (73′ Castro), Ceppitelli, Klavan; Nandez, Rog, Nainggolan (85′ Cigarini), Ionita, Pellegrini; Joao Pedro, Cerri (45′ Simeone). All.: Maran.

INTER (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva (79′ Godin), Vecino (68′ Barella), Brozovic, Sensi, Asamoah; Lukaku, Lautaro (77′ Politano). All.Conte

ARBITRO: Maresca di Napoli

NOTE – Ammoniti: Brozovic, Asamoah, Ceppitelli, Ionita, Pisacane, Nandez