Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Milan-Inter, Conte: un cambio per reparto. E un bocciato

Milan-Inter, Conte: un cambio per reparto. E un bocciato

Le ultime Inter news si concentrano sul derby di sabato con il Milan. Conte cambia rispetto alla Champions: dentro Godin, Barella e Politano.

Conte boccia Lazaro: non è ancora pronto

Il deludente pareggio casalingo contro lo Slavia Praga avrà conseguenze sulla formazione che l’Inter manderà in campo sabato sera a ‘San Siro’ per il derby contro il Milan. Il tecnico nerazzurro Antonio Conte dovrebbe operare un cambio per reparto rispetto all’undici sceso in campo in Champions League. In difesa è pronto a riprendersi una maglia da titolare Diego Godin: dopo aver ben figurato contro l’Udinese con tanto di assist vincente per Sensi, il difensore uruguaiano era stato relegato in panchina. Reduce da una preparazione tardiva per la Coppa America e gli acciacchi, il ‘Faraone’ non è ancora pronto a giocare una partita ogni tre giorni. CLICCA QUI per le altre notizie sull’Inter. A centrocampo, invece, nuova chance per Barella, decisivo martedì con il gol nel recupero: la squadra di Giampaolo non ha una mediana fisica come quella delle ultime due avversarie e l’ex cagliaritano può fare la differenza con i suoi strappi.

Inter, dubbio in attacco per Conte. Da valutare Candreva per il derby

In attacco la novità, ma il condizionale è d’obbligo, potrebbe riguardare l’impiego di Politano al posto di Lautaro Martinez con il ritorno al 3-4-2-1 visto con l’Udinese. Il folletto romano ha dato la scossa con il suo ingresso in Champions e può creare pericoli alla retroguardia rossonera. Il ballottaggio verrà sciolto solo sabato mattina. Da valutare invece le condizioni di Candreva, uscito a inizio ripresa contro lo Slavia: qualora non dovesse farcela, al suo posto a destra ci sarebbe D’Ambrosio e non Lazaro che è stato bocciato al suo esordio in maglia Inter. Per Conte non è ancora pronto e ben inserito negli schemi: ora l’austriaco rischia di dover attendere a lungo prima che di avere un’altra occasione.